Isis in Libia, caramelle per festeggiare morti Parigi FOTO

di redazione Blitz
Pubblicato il 16 Novembre 2015 15:31 | Ultimo aggiornamento: 16 Novembre 2015 15:31

SIRTE (LIBIA) – Caramelle per festeggiare gli attentati di Parigi: così i militanti del cosiddetto “Stato Islamico” o Daesh celebrano gli oltre cento morti di venerdì 13 novembre.

Le foto della distribuzione di caramelle sono state diffuse dal sito dell’intelligence americana Site. Succedeva a Sirte, in Libia. A pubblicare quello che è un vero e proprio piccolo reportage di foto è stato l’Is della provincia libica di Tripoli, che ha anche pensato ad un titolo inequivocabile: “Gioia dei musulmani nella città di Sirte per la benedetta invasione di Parigi. Lo Stato di Tripoli di Daesh festeggia”.

Non è la prima volta che gli islamisti festeggiano attacchi agli occidentali. Le celebrazioni più ampie si ricordano dopo gli attentati dell’11 settembre negli Stati Uniti, costarti la vita a 3mila persone.

 

C’è però da dire che potrebbe anche trattarsi solo di propaganda, una distribuzione di dolcetti senza una particolare motivazione che invece, nelle parole con cui sono state diffuse quelle foto sul web, diventano un festeggiamento per i morti di Parigi. 

Già nelle ore immediatamente successive agli attentati su Twitter era comparso l’hasthtag #parisinflame sotto al quale fondamentalisti islamici di tutto il mondo celebravano quei morti innocenti. Ecco alcuni dei post pubblicati sui social con quell’hashtag.

“Cosa state aspettando? Parigi è in fiamme. Bruciamo il resto dell’Europa”. E ancora: “O crociati, stiamo arrivando da voi con bombe e fucili. Aspettateci”. E poi: “Dopo i crimini francesi in Mali, e i bombardamenti in Siria e in Iraq siamo arrivati noi. Nelle vostre case arriveranno la morte e la guerra. Un altro sostenitore di Isis invece commenta: “Il sangue francese è gustoso (e aggiunge un emoticon per rafforzare l’idea), ma il sangue americano è ancora migliore e noi lo assaporeremo presto”.