Lapo Elkann, Garage Italia Customs…con Ferrari mimetica

di redazione blitz
Pubblicato il 8 Ottobre 2015 17:26 | Ultimo aggiornamento: 8 Ottobre 2015 17:26

MILANO – Da una ex stazione Agip a Milano, voluta da Enrico Mattei negli anni Cinquanta, Lapo Elkann scommette sull’Italia, pronto a personalizzare auto, moto e ogni veicolo a motore con il suo progetto sartoriale destinato ad arrivare oltreoceano.

Il numero uno di Italia Independent si è presentato in una veste insolita, con tuta da meccanico, per presentare la nuova sede di Garage Italia Customs in piazzale Accursio, auspicando di aprire “durante il Salone del mobile”. Allo stesso tempo l’imprenditore conta anche di portare “a maggio” sul mercato principale di Borsa Italiana la sua azienda di occhialeria che sta “crescendo costantemente”.

Il progetto di restauro dell’edificio a forma di astronave, acquistato con un’asta pubblica, porta la firma dell’architetto Michele De Lucchi (autore del restauro della Casa di Manzoni, del Padiglione Zero e del pavillon Unicredit), ma ci sarà anche Carlo Cracco che aprirà un ristorante al piano superiore. Sul suo nuovo garage Lapo Elkann ammette di aver “investito tanto e per raggiungere un profitto ci vorrà tempo. Come imprenditore mi sono preso il rischio di partire dall’Italia, invece che da mercati dove c’è molta più possibilità di fatturato perché credo in questo paese e voglio investire sulle sue eccellenze”.

Tant’è che il team è completamente italiano e la struttura rappresenta “il simbolo del boom economico italiano”, sottolinea Elkann, che dopo Milano ha l’ambizione di “inaugurare nel 2016 anche un’altra sede a Miami”. L’obiettivo è di “rendere il progetto internazionale, abbiamo proposte per aprire negli Stati Uniti, a Dubai e Oman”.

Con una squadra completamente italiana, il gruppo al momento occupa dodici persone più l’indotto, ma “ne assumeremo altre”, ha assicurato. Foto Ansa.