Melilla (Spagna): nuovo assalto immigrati, in 400 superano la barriera FOTO

di Redazione Blitz
Pubblicato il 28 Maggio 2014 17:31 | Ultimo aggiornamento: 28 Maggio 2014 17:31

MADRID – Nuovo assalto di migranti all’enclave spagnola di Melilla, sulla costa orientale del Marocco: in 400 sono riusciti a forzare la tripla barriera di sicurezza, riuscendo a entrare nella zona sotto il controllo di Madrid. All’assalto all’alba hanno partecipato oltre mille migranti sub-sahariani, nel tentativo disperato di varcare il confine con l’Europa.

Si tratta di uno dei più massicci assalti degli ultimi anni, secondo solo a quello di marzo quando in 500 erano riusciti a entrare nell’enclave. A confermare la notizia è stato il sindaco della città autonoma, Juan Jose Imbroda, che ha messo l’accento sul “gran numero” di migranti che hanno tentato di forzare la tripla barriera alta sette metri, la cui parte esterna è “stata divelta”. “La Guardia civile è stata dispiegata in forze ma era dura fermarli”, ha spiegato Imbroda.

Negli ultimi mesi si sono intensificati gli assalti a Melilla: il 18 marzo scorso, in mille tentarono di forzare la barriera e in 500 ci riuscirono, il numero piu’ alto dal 2005. Già alla fine di febbraio, in 300 si erano assiepati sul confine e in 200 erano riusciti a fare ingresso nell’enclave spagnola. Qui, a seconda del Paese di origine, vengono rimpatriati dalle autorita’ spagnole o gli viene dato il permesso di restare. In attesa, sono accolti in centri gestiti dal governo, spesso sovraffollati, come quello nel centro di Melilla, costruito per 480 persone ma al momento ospitante oltre 2mila.

(Foto LaPresse)