foto notizie

Nuove tempeste di neve paralizzano New York e il nord-est degli Usa (foto e video)

NEW YORK – Una nuova tempesta di neve ha spazzato le città nordorientali degli Stati Uniti, facendo improvvisamente scendere le temperature anche di 10-15 gradi in alcune regioni e causando gravi problemi al traffico aereo e stradale. Washington, la sera di martedì 21 gennaio era semi paralizzata dalla coltre di neve e dai forti venti, mentre in tutto il nord-est del Paese i pendolari hanno faticato a rincasare dopo la giornata di lavoro. Uffici governativi e decine di scuole di Washington sono rimasti chiusi. Molte scuole hanno invitato gli studenti a rimanere a casa anche in Pennsylvania, New Jersey, New York, Connecticut, Maryland, Virginia, West Virginia, Kentucky e Indiana, uno degli stati più colpiti. La bufera di neve ha poi raggiunto anche la città di New York dove il governatore Andrew Cuomo ha dichiarato lo stato di emergenza.

E piovono le prime critiche sul neo sindaco di New York, Bill De Blasio: il primo cittadino di New York è stato accusato di non aver saputo gestire l’emergenza di questa seconda tempesta di neve della stagione.  Anche perché molti autobus non erano stati attrezzati con le catene da neve e sono rimasti bloccati. Alcuni quotidiani si spingono a sostenere che De Blasio abbia voluto soprattutto punire i più ricchi, ignorando il quartiere dell’Upper East Side di Manhattan. “Ci ha abbandonati, mettendo tutti in pericolo”, hanno affermato gli abitanti al quotidiano New York Post, spiegando che per molte ore non sono passati i mezzi spalaneve, e senza sale sulle strade era estremamente complicato persino stare in piedi. Ma in realtà sono tanti i cittadini di diverse zone della città che lamentano una cattiva gestione dell’emergenza neve.

Nelle prossime ore le condizioni dovrebbero migliorare. Le immagini della nuova tempesta di neve (foto Ap/LaPresse)

La situazione in Indiana (video Corriere Tv)

To Top