Phillip Hughes, i funerali del campione cricket morto per una pallina in testa FOTO

di Redazione Blitz
Pubblicato il 3 Dicembre 2014 17:05 | Ultimo aggiornamento: 3 Dicembre 2014 17:05

MACKSVILLE (AUSTRALIA) – Si sono tenuti la mattina del 3 dicembre i funerali del battitore australiano, Phillip Hughes, morto dopo essere stato colpito alla testa da una pallina da cricket, durante una partita di campionato. Aveva 25 anni. La cerimonia religiosa ha reso omaggio alla vita del campione in mezzo al dolore e le lacrime di familiari e amici, sconvolti per la tragica perdita. Anche il primo ministro australiano Tony Abbott ha preso parte al servizio funebre.

Il capitano dell’Australia Michael Clarke e il resto della squadra sono stati raggiunti dagli ex compagni e dagli attuali giocatori di Phillip. Il rito funebre si è tenuto presso il centro ricreativo di Macksville, la città natale di Phillip a nord di Sydney, ed è stato aperto dalle note di ‘Forever Young’, mentre si è chiuso con la canzone di Elton John. Domenica prossima Phillip avrebbe compiuto 26 anni. Il campione di cricket è morto giovedì scorso dopo essere stato colpito all’orecchio da una palla. Dopo il colpo si è chinato per poi crollare a terra. Trasportato d’urgenza in ospedale è stato sottoposto a un intervento chirurgico per alleviare la pressione sul cervello ed è rimasto in coma indotto. E’ deceduto due giorni dopo.

Foto LaPresse