Ponte Morandi, la macabra copertina di Charlie Hebdo – FOTO

di redazione Blitz
Pubblicato il 23 agosto 2018 11:17 | Ultimo aggiornamento: 23 agosto 2018 11:18
Genova, Charlie Hebdo e la copertina sul crollo del ponte Morandi FOTO

Genova, Charlie Hebdo e la copertina sul crollo del ponte Morandi

PARIGI – Come il tragico terremoto di Amatrice, che il 24 agosto 2016 fece 299 vittime in centro Italia, e la valanga sull’hotel Rigopiano che uccise 29 persone, [App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui,- Ladyblitz clicca qui –Cronaca Oggi, App on Google Play] anche il crollo del ponte Morandi a Genova diventa oggetto delle ironie del periodico satirico francese Charlie Hebdo. 

E’ una copertina al vetriolo quella dell’ultima edizione del settimanale, la numero 1.361, che lega la tragedia di Genova alla crisi dei migranti. L’immagine è una vignetta su sfondo giallo che mostra il ponte spezzato in alto a sinistra mentre a terra, tra le macerie e un’auto appena precipitata, c’è un immigrato nero che spazza il suolo con una ramazza: “Costruito dagli italiani… – è il commento di Charlie Hebdo – … pulito dai migranti”.

Nei giorni successivi al crollo era circolata sui social una falsa copertina del settimanale dedicata alla tragedia di Genova. La finta vignetta sotto accusa era stata ripresa, con alcune modifiche, da una disegnata dal vignettista italiano Ghisberto. Essa mostrava un pezzo di strada del ponte obliquo tra un pilone del viadotto, con le auto che cadevano al suolo dall’estremità inferiore e tre grossi sacchi di denaro sull’estremità superiore a fare da contrappeso: la bandiera italiana sventolava in cima al pilone. L’immagine era stata condivisa su Facebook, WhatsApp e Twitter ma ben presto era emerso che la copertina era un ‘fake’.

Genova, Charlie Hebdo e la copertina sul crollo del ponte Morandi FOTO

La copertina di Charlie Hebdo