Trifone Ragone e Teresa Costanza, giallo della morte del militare e modello FOTO

di Redazione Blitz
Pubblicato il 18 Marzo 2015 10:44 | Ultimo aggiornamento: 18 Marzo 2015 10:44

PORDENONE – Trifone Ragone è stato ucciso da colpo di pistola alla tempia. Teresa Costanza, la sua fidanzata, da due colpi all’addome. Trovati morti nella loro auto, un dubbio serpeggia tra gli investigatori. Trifone ha sparato a Teresa e poi si è ucciso, in un raptus omicida-suicida, o qualcuno ha ucciso entrambi. Un giallo quello dei due fidanzati trovati morti nel parcheggio del Palasport di Pordenone. Un giallo perché se ad una prima vista questo potrebbe sembrare un omicidio-suicidio, c’è un particolare che stona nella storia: la pistola non si trova. E allora il colpo alla tempia di Trifone, da un suicidio, assume i contorni della spietata esecuzione.

Ma chi erano questi due tranquilli fidanzati di Pordenone? Lui bel ragazzo di 29 anni, sottufficiale dell’esercito in servizio al 132° a Pordenone e fotomodello nel tempo libero, amante delle arti marziali, della palestra e del body building. Lei invece una laureata della Bocconi originaria di Agrigento, ma residente a San Donato Milanese e dipendente di una società di assicurazioni. Anche lei amante della arti marziali e che dal 2013 conviveva col fidanzato.

Le indagini continuano ed è ancora presto per stabilire la dinamica di questo giallo, perché se anche di omicidio-suicidio si trattasse, come fa l’arma del delitto ad essere sparita?