Patron, la storia del cane anti-mine diventato eroe nazionale in Ucraina

Il piccolo Jack Russell è stato anche insignito di una medaglia al valore dal presidente ucraino.

di Caterina Galloni
Pubblicato il 23 Maggio 2022 - 14:53 OLTRE 6 MESI FA
Patron, la storia del cane anti-mine diventato eroe nazionale in Ucraina

Patron, la storia del cane anti-mine diventato eroe nazionale in Ucraina (foto Ansa)

In Ucraina, mentre esplodono i proiettili russi, tutti si mettono al riparo, tranne il cane anti-mine Patron, che non ha un sussulto.

Il piccolo Jack Russell Patron – in ucraino significa “pallottola” – è un eroe nazionale, recentemente insignito di una medaglia al valore dal presidente ucraino Volodymyr Zelensky. Su Instagram ha 250.000 follower ed è la star dei cartelloni pubblicitari che simboleggiano la sfida del suo paese a Vladimir Putin.

La storia di Patron

Inizialmente era stato acquistato per partecipare alle mostre canine, ma ha mostrato invece la capacità di individuare più di 200 mine russe letali e bombe inesplose. Patron, quando scodinzola guadagna la ricompensa di un pezzo di formaggio dal suo proprietario e gestore Mykhailo Iliev.

Il quattrozampe ha due anni ed è diventato famoso quando lo State Emergency Service of Ukraine ha pubblicato un video online della loro mascotte mentre “lavorava” nella città di Chernihiv, dilaniata dalla guerra. Ha ricevuto la medaglia al palazzo presidenziale di Kiev mentre era presente il primo ministro canadese Justin Trudeau, in visita nella nazione. Il Daily Mail racconta che le truppe ucraine e gli agenti di polizia mentre si spostavano verso le foreste disseminate di mine intorno a Chernihiv, applaudivano Patron e posavano per i selfie.

“Ora si stanca molto di più a causa di tutte le attenzioni”, dice Mykhailo. “Ma è bello mantenere alto il morale dei ragazzi”.

“Doveva essere un cane da esposizione e invece…”

Raggiungendo una radura, Patron ha trovato delle trincee russe abbandonate piene zeppe di casse vuote di missili per i lanciarazzi russi Grad montati su camion. Con un mini-giubbotto antiproiettile nero, con lo stemma della squadra degli artificieri e la targhetta col suo nome ‘Patron’, sfreccia attraverso il boschetto per annusare gli esplosivi.

Dopo aver acquistato Patron, Mykhailo si è presto reso conto che il Jack Russell poteva essergli d’aiuto nel suo lavoro come artificiere. “Anche mia moglie è nei servizi e non c’era nessuno a casa che si prendesse cura di lui, dunque da quando aveva due mesi l’ho portato ogni giorno a lavorare con me”, ha spiegato Mykhailo. “Non è un cane di servizio, è il mio animale domestico, ma ha un naso straordinario ed è un appassionato studente. Doveva essere un cane da esposizione, ma il suo destino era salvare la vita delle persone, non vincere premi”.