Giovanni Valentini, nuovo thriller: La Donna nella Valigia. Delgado indaga…

di Redazione Blitz
Pubblicato il 11 giugno 2018 8:18 | Ultimo aggiornamento: 11 giugno 2018 8:18
Giovanni Valentini, il suo nuovo thriller: La Donna nella Valigia. Delgado indaga...

Giovanni Valentini, nuovo thriller: La Donna nella Valigia. Delgado indaga…

ROMA – Giovanni Valentini si conferma narratore di talento con il suo nuovo thriller “La donna nella valigia”. Un anno fa [App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui,- Ladyblitz clicca qui –Cronaca Oggi, App on Google Play] aveva esordito con “Ultima notte a Lisbona” e aveva fatto centro. Il bis conforta. Dopo una carriera quasi tutta ai vertici di testate come Repubblica e l’Espresso, ancora presente sulle pagine del Fatto con la sua rubrica “Il Sabato del Villaggio”, quello globale, sui mass media  e il loro impatto sulla società, Valentini ha messo a frutto la gavetta fatta da cronista, il mestiere acquisito in quasi quarant’anni di giornalismo. Il risultato sono questi finora due romanzi di eccellente qualità narrativa, di rara fedeltà ai canoni della lingua italiana e, cosa ancor più rara, avvincenti come non spesso ormai succede.

Tutto ha inizio con il ritrovamento di una misteriosa valigia approdata sulla spiaggia di Albufeira, nel sud del Portogallo. Il trolley contiene il corpo di una donna: nuda, minuta, morta. Le prime indagini consentono di stabilire che si tratta della contessa romana Ines Della Corte, partita da Civitavecchia a bordo della nave da crociera Stella Polaris alla volta di GenovaBarcellona-Lisbona e Madeira, in compagnia del marito Giulio Fieramosca e della loro giovane avvocata di famiglia Jole Gentilini. Chi ha rinchiuso la donna nella valigia e l’ha gettata in mare? E perché? L’inchiesta giudiziaria si sviluppa in parallelo, fra Lisbona e Roma, con quella di Alfonso Delgado, il giornalista italiano in pensione che si è trasferito a Lisbona con la moglie Marianna e che già è stato protagonista del primo romanzo di Valentini.

La vicenda si sviluppa in un intreccio di retroscena e scoperte, relazioni clandestine e rapporti sentimentali, sesso e denaro. Non è facile ricostruire la dinamica del delitto, commesso su quel “palazzo galleggiante” che ospita 3800 passeggeri e 600 membri dell’equipaggio. Ma, con l’aiuto di un’amica magistrata a Roma e di una sua avvenente collega portoghese, il giornalista riesce a dipanare la matassa consentendo così agli inquirenti italiani di scoprire la verità. Nell’atmosfera magica di Lisbona, fra suggestioni letterarie, visite culturali e partite di golf, la storia si svolge con il ritmo incalzante di un giallo. Un colpo di scena finale apre uno squarcio doloroso nel passato dei protagonisti.

Il racconto prende spunto da una serie di sconcertanti episodi di cronaca e narra la storia di un femminicidio, consumato a bordo di una nave da crociera sulla rotta Civitavecchia-Genova-Barcellona-Lisbona. Ma sullo sfondo traspaiono anche fatti e situazioni reali, dalle molestie sessuali alle polizze vita stipulate all’insaputa dei beneficiari, dal declino del giornalismo tradizionale alla passione sportiva per il golf che a una certa età può anche diventare una ragione di vita.

La ricca contessa romana il cui cadavere è rinchiuso nel trolley, risulta al centro di un intrigo erotico e sentimentale in cui s’intrecciano le vicende di personaggi diversi e inquietanti. Volutamente allegorico, il titolo “La donna nella valigia” rappresenta quasi emblematicamente la condizione femminile di esposizione e vulnerabilità che grava come un’ipoteca sulla nostra società: dal misterioso episodio della giovane russa ritrovata morta per denutrizione all’interno di un trolley, a Rimini nel marzo 2017, fino al tragico caso della diciottenne Pamela Mastropietro, drogata, massacrata e nascosta in due valigie nel gennaio 2018 a Macerata.

Fra memorie professionali, intuizioni giornalistiche e relazioni sessuali, l’inchiesta di Delgado analizza la vita e la psicologia di tutti i possibili sospettati, prima di venire a capo di questo rebus ordito in navigazione sull’oceano Atlantico. Ancora una volta il giornalista italiano dovrà confrontarsi con il diffidente ispettore della polizia locale, Carlos Carvalho. Ma in questo caso la collaborazione e l’intesa fra loro si riveleranno più proficue che in passato, con l’intervento di due donne magistrate – una italiana e l’altra portoghese – che risulteranno decisive per risolvere il “giallo”. Come anticipato sopra, un colpo di scena finale svelerà al lettore una storia nella storia, chiudendo il cerchio della narrazione sul filo della malinconia e del rimpianto.

Privacy Preference Center

Necessari

installato da wordpress di default, non vengono utilizzati in alcun modo

wordpress

Advertising

Analytics

Utilizzati per stimare il traffico del sito

_ga,_gat,_gid,WT

Other