Francia, internet: il fallimento della legge anti-pirateria

Pubblicato il 6 giugno 2013 6:00 | Ultimo aggiornamento: 5 giugno 2013 20:29
 Francia, internet: il fallimento della legge anti-pirateria

Francia, internet: il fallimento della legge anti-pirateria

PARIGI – “Oggi non è possibile tagliare l’accesso a internet, sarebbe come tagliare l’acqua corrente”: la dichiarazione del ministro Fleur Pellerin misura il fallimento della politica più severa del mondo per contrastare la pirateria digitale, assunta spesso a modello, ma mai con lo stesso rigore, in altre nazioni, a cominciare dagli Stati Uniti. La linea dura di Sarkozy non paga, le minacce non hanno scalfito il problema nemmeno un po’.

Il governo Hollande sta per cambiare orientamento: stop al doppio avviso prima del distacco coatto della connessione internet per chi scarica musica o film dalla rete senza pagare diritti di sorta. Il rapporto sulla politica digitale preparato dall’ex presidente della pay-tv Canal Plus Pierre Lescure (commissionato dal governo) parla chiaro: meglio multe da 45 euro o al massimo 60 euro per i trasgressori seriali.

 

5 x 1000