Roger Waters contro Zuckerberg che gli ha chiesto di usare The Wall: “Facebook vai a fan**lo”

di Lorenzo Briotti
Pubblicato il 15 Giugno 2021 18:18 | Ultimo aggiornamento: 15 Giugno 2021 18:18
roger waters foto ansa

Roger Waters contro Zuckerberg che gli ha chiesto di usare The Wall: “Facebook vai a fan**lo” (foto Ansa)

Roger Waters, Facebook gli chiede di poter usare Another Brick in the Wall Part 2 in uno spot per Instagram. L’ex Pink Floyd rifiuta “una vagonata di soldi” (parole sue) e risponde: “Andate a fan**lo”.

Roger Waters contro Facebook: “Andate a fan**lo. Non farò parte di queste stro**ate, Zuckerberg”

Roger Waters, durante un evento a favore di Assange, al pubblico spiega: “Lo racconto perché penso sia pericoloso che questi prendano il controllo di praticamente ogni cosa. Non sarò parte di queste stro**ate, Zuckerberg”.

La risposta di Facebook non si è fatta attendere: “Vi ringraziamo per aver preso in considerazione il progetto. Pensiamo che il messaggio centrale di questa canzone sia ancora rilevante e necessario, un segno del fatto che si tratta di un’opera senza tempo”.

Roger Waters ha commentato Ancora: “Eppure vogliono usarla per rendere Facebook e Instagram ancora più potenti di quanto non siano già in modo che possano continuare a censurare tutti noi in questa stanza e impedire che il grande pubblico venga a conoscenza di questa storia su Julian Assange”.

Waters e il sito creato da Zuckerberg ad Havard

Roger Waters, come racconta il Rolling Stone è andato poi a ripescare il primo sito ideato da Zuckerberg ad Harvard. Si tratta del sito interno al campus. Fu creato per organizzare appuntamenti con tanto di punteggio per le ragazze. Da questo progetto nacque poi Facebook: “Perché mai abbiamo dato tanto potere a questo ca**one che ha iniziato con ‘È carina, le diamo quattro su cinque?’ Eppure eccolo qui, uno degli idioti più potenti al mondo“.