Asia Argento: “Fabrizio Corona? Ci siamo visti 4 volte. Già alla seconda c’erano i paparazzi. Io gli ho detto addio”

di redazione Blitz
Pubblicato il 28 novembre 2018 12:21 | Ultimo aggiornamento: 28 novembre 2018 12:21
Asia Argento: "Fabrizio Corona? Ci siamo visti 4 volte. Già alla seconda c'erano i paparazzi. Io gli ho detto addio"

Asia Argento: “Fabrizio Corona? Ci siamo visti 4 volte. Già alla seconda c’erano i paparazzi. Io gli ho detto addio” (La copertina di Chi)

ROMA – Dopo le parole di Fabrizio Corona, questa volta è Asia Argento a parlare della sua “amicizia”, così la definisce, con l’ex paparazzo. Lo fa in un’intervista ad Arianna Finos di Repubblica in cui spiega che lei e Corona si sono incontrati solo quattro volte in un mese, ma “già dalla seconda volta che ci siamo visti la cosa è degenerata nel gossip. Il gossip non mi riguarda, mi fa orrore”. E così ha deciso di finirla lì. 

Definisce il rapporto avuto con lui “brevissimo. Ci siamo visti quattro volte in un mese e non so da dove è nata l’idea della storia d’amore. Lui ha voluto incontrarmi per parlare di lavoro, io ero stata una grande amica di suo padre Vittorio, un grande dell’editoria, a 19 anni scrivevo nei suoi magazine King e Moda. Per rispetto a lui ho incontrato Fabrizio qui a casa. In un momento di grande solitudine, in cui non pensavo assolutamente di avere rapporti di alcun tipo. Però ho visto la persona senza pregiudizi rispetto a ciò che si diceva di lui, al suo vissuto. Mi è sembrato interessante, intelligente, e anche un bel ragazzo, mi sono detta: perché no, perché non frequentarlo un pochino”.

Poi, però, il mondo del gossip e dei paparazzi si sono fatti troppo presenti, e lei ha deciso di lasciar stare: “La terza volta che l’ho visto, c’erano ancora e sempre i paparazzi, ho capito che questo tipo di situazione non potevo viverla. Non mi ci riconosco. Sono un’artista, mi interessa quello”.

 

L’attrice spiega di non essere “fatta per questo tipo di vita, lui invece è così, una persona che sta sempre su queste riviste di gossip, che sono il mio peggior incubo. Neanche se fosse stato un grande amore, cosa che non è stata perché questo rapporto non ha avuto neanche il tempo di crescere: è stata un’amicizia. Prima di diventare una cosa da rotocalco, ho detto con garbo: preferisco finirla qui”.

Lei, comunque, non si sente di dare giudizi: “Io non giudico la vita, guardo la persona. Mi sono attaccata a lui anche per il suo vissuto, una persona che si è fatta tanto carcere. Io credo nella redenzione e nelle seconde possibilità. Io giudico solo la persona che ho conosciuto. Mi faceva piacere dopo tanta solitudine avere qualcuno che si interessasse a me. Anche perché non esco di casa, non vedo nessuno. E mi ha fatto del bene, sono tornata a sorridere, mi ha aiutato a voltare pagina, checché se ne dica. Non sentivo di dovermi fasciare la testa prima di romperla”.

Asia Argento ha parlato anche del #metoo, il movimento nato proprio dalle sue denunce riguardo all’ex produttore di Hollywood Harvey Weinstein e che poi ha preso le distanze proprio da lei, in seguito alle denunce, mai comprovate, dell’ex giovane star Jimmy Bennett: “Il #metoo è una grande rivoluzione femminile, ma per me questo capitolo è chiuso. Il mio contributo l’ho dato. Non mi sento di poterne parlare più perché devo pensare alla mia vita, che è stata molto scossa. Quando apri le porte per prima ricevi un sacco di bastonate. Poi la gente passa attraverso questa porta con facilità e magari con vestiti d’alta moda e una spilletta sul petto”.