Loredana Bertè: “Mio padre prendeva a calci mia madre incinta per farla abortire”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 12 ottobre 2018 13:31 | Ultimo aggiornamento: 12 ottobre 2018 13:31
Loredana Bertè: "Mio padre prendeva a calci mia madre incinta per farla abortire" (foto Ansa)

Loredana Bertè: “Mio padre prendeva a calci mia madre incinta per farla abortire” (foto Ansa)

ROMA – “Ho visto mio padre prendere a calci mia madre per farla abortire all’ottavo mese di gravidanza”.

Le parole di Loredana Bertè – a L’Intervista di Maurizio Costanzo – sono un lungo racconto di una infanzia vissuta tra un “padre padrone” come lei stessa lo definisce e la mancanza di amore da parte della madre. “Era un bastardo, sono contento che sia morto”. E svela anche il ruolo della sorella Mia Martini: “Nelle giornate particolarmente violente, mi portava al luna park per farmi uscire di casa”. Ed è proprio da qui che prende il nome il suo nuovo singolo: “Il mio luna park è maledetto, perché è un luogo che mescola amore e odio”.