Martina Smeraldi: “Quando andai a casa di Max Felicitas…”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 27 Agosto 2020 13:04 | Ultimo aggiornamento: 27 Agosto 2020 13:06
Martina Smeraldi: "Quando andai a casa di Max Felicitas..."

Martina Smeraldi: “Quando andai a casa di Max Felicitas…”

Barbara Costa per Dagospia intervista Martina Smeraldi, astro nascente del cinema a luci rosse. L’attrice racconta anche la sua prima esperienza con Max Felicitas.

Martina Smeraldi è diventata famosa in poco tempo. Dalla scena con Max Felicitas ha ricevuto tantissime offerte di lavoro, soprattutto di grandi case di produzione di film per adulti. “Non le ho contate, ma in un anno ho fatto circa 30 scene. Che non sono nemmeno tante, anzi, sono frutto di una scelta mirata. Preferisco farne poche, ma lavorare con produzioni importanti: c’è più guadagno, in tutti i sensi!”.

Martina Smeraldi e Max Felicitas, l’attrice rivela: “L’ho chiamato io, mi sono presentata io, io sono andata a Pordenone da lui, con lui ho girato quel mio primo po**o che ha “scosso” il web, e mi ha fatto conoscere. Da lì è scoppiato il boom e sono stata contattata da altre produzioni”.

Ma non solo Max Felicitas per Martina Smeraldi, ecco alcuni passaggi dell’intervista realizzata da Barbara Costa per Dagospia.

“The Game of Whores” è tra gli ultimi porno che hai girato con Rocco Siffredi. Sveli ai lettori di Dagospia che non l’hanno visto, la sorpresa che lì trovano?

“Faccio la mia prima doppia an**e! Ma tutto il film è pazzesco, guardate l’orgia nell’episodio 3: non potrà lasciarvi indifferenti”.

Tu sei nata nel 1999. Qual è stato il tuo primo approccio al po**o? Con i po**o-anime, come mi dicono molti tuoi coetanei?

“No, io non ho mai guardato po**o-anime e non mi piace come genere. Ti dico la verità: io ho guardato po**o la prima volta a 11 anni, quando mi hanno regalato il mio primo smartphone. Ancora oggi, lo guardo e mi piace e dico che, da grandi, guardare po**o è anche utile: si può imparare, e tanto, vedendo altre persone che fanno sesso”.

Tu prima di entrare nel porno hai avuto esperienze lesbo?

“Sì, con qualche ragazza, ma veramente poche. Sul set ho voglia di provare e di sperimentare, e per prima cosa girare con una ragazza con lo strap-on, e poi fare qualcosa in campo BDSM. E poi voglio fare una ga**-bang interracial! Sono sicuramente bisex”.

Sei innamorata, stai con qualcuno?

“Sono single, e non sento la mancanza di un fidanzato, sto bene così. Io, in quest’anno, ho capito che non ci sono tante vie di mezzo: la gente o si avvicina a te perché è interessata al tuo lavoro ed è incuriosita dal tuo “personaggio”, oppure proprio per questo è spaventata, ed evita di farlo. Diciamo che è un rovescio della medaglia che avevo messo in conto. Confido nelle eccezioni”. (Fonte Dagospia).