Michael Jackson, la cameriera: “Urinava sul pavimento e giocava con escrementi”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 12 Agosto 2014 0:45 | Ultimo aggiornamento: 12 Agosto 2014 0:47
Michael Jackson, la cameriera: "Urinava sul pavimento e giocava con escrementi"

Michael Jackson

LOS ANGELES – Neverland non era il paese delle meraviglie. Almeno non secondo il racconto di una delle cameriere di Michael Jackson, secondo cui The King of Pop non era altro che uno sporcaccione che lasciava in giro impronte di escrementi di animali e urinava persino per terra.

Il New York Post scrive anche che la donna ha raccontato che Jacko minacciava persino di fare delle ‘polpette’ con la cacca di animali e lanciarle contro chi aveva da obiettare sui suoi comportamenti.

Un’altra cameriera ha detto che il ranch fu messo a lucido per un’intervista di Oprah Winfrey nel 1993 ma non appena la popolare show woman se ne andò Michael cominciò ad urinare proprio nel punto in cui era passata la donna.

Pare che certi atteggiamenti fossero iniziati proprio nel 1993 quando Jacko per la prima volta cominciò ad essere accusato di molestie sessuali da parte di minori. Il primo risarcimento ai genitori del tredicenne Jordan Chandler costò a Jackson ben 20 milioni di dollari per il suo silenzio.

“La sua vita è cambiata dopo il 1993, ha detto la terza cameriera, quando ha dovuto ripagare quel ragazzo. Vi dico che è diventata la persona più sporca e anti-igienica di Hollywood”.

Ancora secondo un’altra cameriera Jackson cominciò a contenere la sporcizia nella sua camera dopo l’arrivo del figlio Prince nel 1997 ma solo per poco tempo prima di ricominciare a seminare lerciume ovunque.