Valentina Nappi: “Quanto guadagno? Dipende dalle scene. Quando ho iniziato…”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 9 Dicembre 2019 11:51 | Ultimo aggiornamento: 9 Dicembre 2019 11:51
Valentina Nappi: "Quanto guadagno? Dipende dalle scene. Quando ho iniziato..."

Valentina Nappi

ROMA – Valentina Nappi è stata intervistata da Vice in merito ai guadagni che si ottengono lavorando nel mondo dei film per adulti. L’attrice ha da subito evidenziato che “la stragrande maggioranza degli utenti guarda video a luci rosse gratuitamente, e di conseguenza i budget di produzione sono sempre più bassi”.

“Probabilmente siamo la categoria che a parità di popolarità monetizza di meno – spiega ancora l’attrice -. Io ho un milione e mezzo di follower su Instagram, ma i miei guadagni non si avvicinano nemmeno lontanamente a quelli di un influencer con lo stesso pubblico”.

Capitolo guadagni. Valentina Nappi spiega che “è raro che vengano fatti contratti di esclusiva, e il cachet dipende da molti fattori come la notorietà dell’attore, il tipo di scena, la presenza o meno di parti recitate che possono aggiungere degli extra”. Una scena tra due donne, spiega la 29enne, viene pagata meno di una scena “classica”, mentre una scena con penetrazione da dietro è pagata di più. 

“Quando sono arrivata negli Stati Uniti avevo già una certa visibilità, quindi il mio cachet di partenza non è stato quello riservato agli esordienti. Prendevo 1.200 dollari per una scena etero semplice” aggiunge Valentina Nappi.

Infine si parla di quante scene si registrano in un anno. “Diciamo che un’attrice raggiunge il picco di richiesta nel periodo che va dai 22 ai 26 anni e in quel periodo fa una media di 100 scene l’anno. Ma bisogna considerare le spese: a ogni cachet devi togliere le tasse, e poi il 10/15 percento che spetta all’agenzia. Senza considerare la questione dell’alloggio. Poi ci sono i test per le malattie veneree, che solitamente sono a carico dell’attore. Quelli rapidi costano circa 200 dollari, e devi farli ogni 15 giorni per poter lavorare”.

Fonte: VICE.