Don Seppia, pedofilo di Sestri libero a maggio: tornerà a fare il prete

di redazione Blitz
Pubblicato il 18 Marzo 2015 14:26 | Ultimo aggiornamento: 18 Marzo 2015 14:26
Don Seppia, pedofilo di Sestri libero a maggio: tornerà a fare il prete

Don Seppia, pedofilo di Sestri libero a maggio: tornerà a fare il prete

GENOVA – Uscirà dal carcere a maggio Don Riccardo Seppia, l’ex parroco della Chiesa dello Spirito Santo a Sestri, nel ponente di Genova, condannato per abusi sessuali e droga con i ragazzini. Dovrà recitare le lodi e coltivare l’orto in una comunità di recupero e sostegno per sacerdoti a Verbania, nella prospettiva di poter tornare a indossare un giorno l’abito talare.

Il Secolo XIX riporta che a maggio scade il limite massimo per la carcerazione preventiva, ed essendo impossibile che di qui ad allora vengano celebrati il nuovo processo di appello con relativo ricorso in Cassazione, il sacerdote può tornare in libertà. Don Seppia dovrebbe in ogni caso aver già scontato l’eventuale pena che gli verrà comminata, tenuto conto anche della buona condotta.

L’inchiesta era partita da Milano dove i carabinieri stavano indagando su un giro di droga spacciata nelle palestre e saune frequentate in particolare da omosessuali. A inchiodare Don Seppia erano state le testimonianze di alcuni ragazzini tra i quali un chierichetto quindicenne che aveva raccontato di aver subito, in sacrestia, “attenzioni particolari” del sacerdote mai sconfinate in atti sessuali veri e propri. Un altro minore, un albanese di 16 anni, aveva riferito di aver concordato un appuntamento dietro pagamento di alcuni euro con il sacerdote il quale all’ultimo momento lo aveva disdetto. Era comunque emerso dalle testimonianze che i rapporti sessuali proposti da don Seppia non sarebbero mai stati consumati.

La Cassazione, che a fine 2014 aveva in parte annullato la condanna a otto anni e mezzo inflitta sia in primo che secondo grado, ha poi rinviato il caso in appello spiegando che la pena va ricalcolata tenuto conto di alcune variabili decisive.