Isis, uomo accusato di stregoneria decapitato in piazza FOTO

di Redazione Blitz
Pubblicato il 9 febbraio 2015 22:09 | Ultimo aggiornamento: 9 febbraio 2015 22:13

RAQQA (SIRIA) – Un uomo di 60 anni è stato decapitato in piazza dai terroristi islamici dellIsis alla periferia di Raqqa, la loro roccaforte siriana, con l’accusa di stregoneria. L’uomo è stato portato portato, legato, e bendato, al centro della piazza e qui fatto inginocchiare su un ceppo di legno. Il boia, a volto coperto, lo ha ucciso tagliandogli la testa con un’ascia davanti a diverse persone che si erano assiepate per vedere l’esecuzione. Le foto della decapitazione sono state rilasciate da media vicini all’Isis, e poi rilanciate dai volontari di “Raqqa is Being Slaughtered Silently “, un’associazione di abitanti della zona che lotta contro l’occupazione dello Stato Islamico.