Picchiata, mette FOTO su Fb. Polizia: “Prove insufficenti”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 6 Settembre 2015 20:55 | Ultimo aggiornamento: 6 Settembre 2015 20:56

LONDRA – Tia Jade Edwards  è stata picchiata a sangue a una festa ad Abergele, nel Galles del nord, La ragazza, 16 anni, ha deciso di postare su Facebook le foto choc che la ritraggono col volto tumefatto. Le foto hanno scatenato una campagna on line per aiutarla ad ottenere giustizia: come racconta il Mirror, la polizia non ha ritenuto gli scatti una prova valida ed ha chiuso il caso proprio “per insufficienza di prove”.

“La giustizia ha fallito – ha dichiarato la ragazza – se il colpevole non viene preso, può tornare a delinquere. La prova è tutta su Facebook, ma secondo la polizia non può essere utilizzata”.  Dopo l’aggressione, la polizia ha interrogato tre persone che sono state liberate su cauzione ed ha archiviato il caso riscontrando l’inesistenza di altre prove.

Alison Faulds, tutore della ragazza minorenne ha detto che ora faranno ricorso: “Stiamo parlando di una giovane di 16 anni che di certo non si è inflitta quelle ferite da sola”.