Spagna, nazionale a “luci rosse”: dieci prostitute fermate in albergo

di Filippo Limoncelli
Pubblicato il 26 Giugno 2013 15:17 | Ultimo aggiornamento: 12 Marzo 2015 14:02
Spagna nazionale

La nazionale spagnola (LaPresse)

RECIFE (BRASILE) – Diramato il comunicato di smentita a proposito della notizia di un festino, con furto, che avrebbe coinvolto sei giocatori della nazionale spagnola e alcune ragazze nell’albergo sede del ritiro della squadra a Recife, che la federazione spagnola e la squadra campione del mondo deve affrontare nuove rivelazioni scottanti.

Secondo Uol Esporte, dopo aver festeggiato in giro la vittoria sulla Nigeria di domenica 23 giugno, intorno alle 4 del mattino un giocatore è arrivato in hotel con dieci prostitute e voleva farle salire in camera ma è stato bloccato dalla sicurezza.

A questo punto ci sarebbe stata la rivolta degli stessi calciatori, che avrebbero lanciato i telecomandi della tv in preda alla rabbia. Assenti in quel momento Casillas e Piquè, come riporta Diario do Nordeste, rientrati in mattinata perché rimasti a dormire, autorizzati dal Del Bosque, negli alberghi che ospitano le loro celebri fidanzate, la giornalista Carbonero e la cantane Shakira.