Caso Bettencourt: il fisco francese scagiona Eric Woerth, il ministro del Bilancio

Pubblicato il 11 luglio 2010 19:22 | Ultimo aggiornamento: 11 luglio 2010 20:32

Eric Woerth

Eric Woerth, il ministro francese più coinvolto nella vicenda Bettencourt, ”non intervenne in alcun modo per favorire, ostacolare o orientare una decisione dei controllori delle finanze sull’imposizione fiscale della miliardaria Liliane Bettencourt”.

Lo afferma un rapporto dell’ispettorato generale delle Finanze, pubblicato oggi dal ministero del Bilancio. Woerth, ”durante il periodo in cui fu ministro del Bilancio – si legge nel rapporto – non intervenne in alcun modo presso i servizi posti sotto la sua autorita”’ riguardo il controllo fiscale da compiere nei confronti dell’azionista de L’Oreal.

Il ministro era sospettato di conflitto di interessi per aver fatto assumere la moglie nella società di Patrice de Maistre, Clymene, che gestiva il patrimonio della Bettencourt.