Francia, lo chef racconta la coppia presidenziale: Sarkozy vuole cibi leggeri, Carlà ama la pasta

Pubblicato il 19 agosto 2010 15:07 | Ultimo aggiornamento: 19 agosto 2010 16:10

Il presidente francese Nicolas Sarkozy e la moglie Carla amano una ”cucina molto semplice: insalate, carni bianche e ovviamente, per la prémière dame, la pasta”. Lo ha detto al settimanale francese Le Nouvel Observateur lo chef dell’Eliseo Bernard Vouisson, al servizio dei presidenti di Francia da 37 anni – aveva cominciato sotto Georges Pompidou – in occasione della riunione dei cuochi dei capi di stato che si è tenuta questa settimana a Hong Kong.

Sarkozy, spiega Vouisson, ”è molto interessato al menù, è attento a quello che gli si serve e a come è presentato”. Per la scelta delle pietanze lo chef gli propone le alternative e Sarkozy ”sceglie”. Sebbene il presidente privilegi piatti ”semplici e leggeri”, con prodotti ”provenienti dalla Francia”, Vouisson si concede ogni tanto ”qualche influenza esotica” come l’accostamento ”salato-dolce” o ”lo zenzero”.

Nessun dietologo interviene sul menu di Sarkozy, dice anche il cuoco, ricordando che invece ” Francois Mitterrand ne aveva uno”. Vouisson dice di aver avuto un buon rapporto con l’ex presidente Jacques Chirac e con la moglie Bernadette con i quali aveva ”più tempo per parlare”. Con i nuovi inquilini dell’Eliseo, invece, il ritmo ”si è accelerato”, e sono aumentati ”ricevimenti e invitati”.