Il “kapò” Schulz: “La mia carriera politica non dipende da Berlusconi”

Pubblicato il 17 Gennaio 2012 13:46 | Ultimo aggiornamento: 17 Gennaio 2012 13:50

STRASBURGO – Non si attenua la polemica tra Martin Schulz e Silvio Berlusconi. Il socialdemocratico tedesco, neoletto presidente del Parlamento europeo, noto per lo scontro con l’allora presidente del consiglio che nel 2003 lo defini’ adatto al ruolo di kapo’ in un campo nazista, ha ricordato di ”convivere quotidianamente con questa storia” rivendicando che la sua carriera politica non e’ dipesa da quell’episodio. Schulz ha poi negato di aver intenzione di invitare Berlusconi al Parlamento: ”E non credo che lui se lo aspetti”.

”Il mio interesse a incontrarlo – ha aggiunto – e’ molto limitato ed altrettanto credo che sia da parte sua”.    ”Non lo avevo pregato di offendermi e ancora oggi non gli sono grato per averlo fatto – ha risposto Schulz a chi gli chiedeva se Berlusconi avesse aiutato la sua carriera politica – Non e’ uno scherzo se un capo di stato definisce qualcuno un kapo”. Quando successe, ero gia’ capogruppo ed avevo gia’ una carriera. Oggi non credo di essere stato votato per lo scontro con Berlusconi”.