Juncker contro la Germania: “Tratta l’Ue come sua filiale?”. Poi loda Schauble

Pubblicato il 29 luglio 2012 20:10 | Ultimo aggiornamento: 29 luglio 2012 20:49
merkel

Angela Merkel (LaPresse)

BERLINO – “La Germania tratta l’Eurozona come una sua filiale”, parole come pietre quelle del presidente dell’Eurogruppo Juncker che accusa Berlino di piegare gli interessi dell’Ue a ragioni di politica interna.

”Perché si permette il lusso di fare continuamente politica interna su questioni che riguardano l’Europa? Perché tratta l’eurozona come una sua filiale?”, ha detto alla Sueddeutsche Zeitung.

Per Juncker ”non si dovrebbe discutere l’ipotesi dell’esclusione della Grecia dall’eurozona solo per sostenere un argomento di politica interna da quattro soldi”, ha poi detto, attaccando ancora la Germania, nell’intervista che pubblichera’ domani il quotidiano di Monaco.

”Se tutti e 17 i governi (della moneta unica) facessero lo stesso, cosa rimarrebbe di quello che ci accomuna?”, si è chiesto infine polemicamente il presidente dell’Eurogruppo.

Secondo Juncker, il posto di capo dell’eurogruppo, che attualmente presiede, deve essere occupato a tempo pieno da una “personalità del calibro del ministro delle Finanze tedesco Wolfgang Schaeuble”. L’esperienza mostra, ha detto alla Sueddeutsche Zeitung, ”che abbiamo bisogno di un ministro delle Finanze europeo. Deve essere una personalità eminente, in grado di bloccare i piani di bilancio” dei Paesi membri se necessario.