Principe Carlo: “Vladimir Putin oggi come Adolf Hitler ieri”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 22 Maggio 2014 7:06 | Ultimo aggiornamento: 21 Maggio 2014 20:13
Il Principe Carlo durante la visita ufficiale in Canada (Foto LaPresse)

Il Principe Carlo durante la visita ufficiale in Canada (Foto LaPresse)

CANADA – Durante una visita ufficiale in Canada, il principe del Galles ed erede al trono britannico Carlo ha paragonato le politiche di Vladimir Putin in Ucraina a quelle di Hitler. Lo riferisce il Daily Mail.

“Putin sta facendo lo stesso di Hitler”, queste le parole del principe. A riferire al giornale la frase, destinata a suscitare polemiche, è stata una custode volontaria del Museo dell’Immigrazione di Halifax, Marienne Ferguson: un’ebrea polacca di 78 anni, fuggita in Canada nel ’39, che ha perso diversi parenti nei lager.

Ferguson è stata presentata a Carlo e alla moglie Camilla nel corso di un ricevimento di veterani della II Guerra mondiale, lunedì 19. “Avevo finito di mostrargli l’esposizione e parlavo con lui della mia famiglia e di come sono venuta in Canada – ha raccontato la donna – Il principe allora ha detto: “E ora Putin sta facendo lo stesso di Hitler”.

La frase, afferma il Daily Mail, è stata udita anche da altri testimoni. “Devo dire che sono d’accordo con lui e sono certa che molta gente lo è – ha aggiunto Ferguson – Sono stata molto sorpresa che lui abbia fatto il commento, perché so che loro (i membri della famiglia reale) non dicono queste cose. Ma è stato molto onesto e sincero”. Un portavoce del principe, interpellato dal Daily Mail, ha detto che “non commenta conversazioni private”.

Il principe Carlo ”ha diritto alle sue opinioni” afferma il vicepremier britannico Nick Clegg: ”Non sono mai stato dell’avviso che se si e’ un membro della famiglia reale si deve in qualche modo fare voto di silenzio”. Altri tuttavia criticano il commento del principe di Galles, a partire dall”’uomo del momento”, il leader dell’Ukip Nigel Farage che, ricordando di essere un sostenitore della monarchia ha tuttavia sottolineato che ci sono momenti in cui “sarebbe meglio” se il principe Carlo da certe cose ne rimanesse fuori. Ma e’ il parlamentare laburista Mike Gapes, membro della commissione Esteri ai Comuni, il più critico fino ad ora, sottolineando che l’erede al trono dovrebbe tenere per sé le sue opinioni private e che ”se il principe Carlo vuole fare commenti controversi su questioni nazionali o internazionali dovrebbe abdicare e presentarsi alle elezioni”.