“Beppe Grillo come Hitler”: Movimento a 5 Stelle in rivolta

Pubblicato il 5 Marzo 2012 - 18:12 OLTRE 6 MESI FA

Beppe Grillo (Lapresse)

ROMA – Succede che il Movimento a 5 Stelle di Beppe Grillo si rivolti contro il suo stesso guru. Succede che lui non la prenda bene e parli di un movimento “morto” e di grillini “che gli fanno “cadere le palle”. Succede anche che un consigliere comunale del M5S di Ferrara, Valentino Tavolazzi, venga espulso. A quel punto si scatena il putiferio e a Grillo viene affibbiato un soprannome “Hitler”.

L’effetto epurazione ha provocato la guerra via web nel movimento. “Fantastico. Beppe Grillo come Hitler”, ha commentato sul blog del comico genovese Stefano Orlandi da Firenze.

E ancora: “Grillo vale uno, oppure tutto quello che ci siamo detti in questi anni è spazzatura”,dice Lorenzo Paluan.

Un altro militante, Francesco, dice ancora: “Poiché il movimento non ha leader che prendono decisioni, la scelta dovrebbe essere presa dal movimento locale in un’assemblea”.

“Questo è un post scritto da Berlusconi, non da Grillo!”, scrive ironico un altro Andrea C.

Tavolazzi fa sapere “Tra loro mi ha chiamato anche Giovanni Favia”, consigliere regionale dei grillini.