Berlusconi “frena” Ciarrapico: “Noi siamo amici degli israeliani”

Pubblicato il 30 Settembre 2010 - 16:52 OLTRE 6 MESI FA

”Per evitare che una frase sfuggita di bocca di un nostro senatore possa generare equivoci, voglio dire che in tutta la mia vita sono stato amico di Israele. I sentimenti e i valori che ci uniscono sono numerosi e fortissimi”. Lo ha detto il presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, nel corso della sua replica al dibattito sulla fiducia in Senato, dopo le polemiche suscitate dall‘intervento di Giuseppe Ciarrapico.

Il premier ha aggiunto di aver avuto ”amici ebrei che mi hanno raccontato le loro sofferenze, ho anche abitato a Milano di fianco ad una scuola israeliana e la visita che ho fatto ad Auschwitz, oltre all’orrore dell’Olocausto, mi ha trasmesso un sentimeno di solidarietà incancellabile tale che da allora mi sento istraliano”.

”Tutelare questi valori – ha proseguito ricordando di aver più volte chiesto di aprire le porte dell’Ue a Israele – è difendere i nostri valori e trasmettere alle generazioni future un messaggio di libertà e democrazia per una società di pace e benessere”.