Berlusconi: “Con questa crisi ho già perso 1 miliardo”

Pubblicato il 11 Agosto 2011 - 12:14 OLTRE 6 MESI FA

ROMA – Tra le misure urgenti che il governo è costretto ad introdurre compare l’ipotesi di un Eurotassa, un contributo straordinario che peserà sulle fasce di reddito medio alte. L’inserimento di questa patrimoniale è stato proposto ieri sera a Palazzo Grazioli, durante l’incontro tra Silvio Berlusconi, Umberto Bossi, Giulio Tremonti e Angelino Alfano, e ricorda l’eurotassa introdotta nel 1996 dal governo di Romano Prodi per entrare nell’Euro.

L’introduzione dell’eurotassa non piace però a Berlusconi, che aveva promesso ai suoi elettori di non mettere le mani nelle loro tasche e che adesso si vede costretto a tradire il cavallo di battaglia delle sue promesse elettorali, proprio come a Bossi non va giù il dover toccare le pensioni dei cittadini.

Ma delle misure sono necessarie per mantenere l’Italia nell’Euro e trascinarla fuori dalla grave condizione economica in cui versa, con il crollo delle borse mondiali che hanno coinvolto lo stesso berlusconi, che a Palazzo Chigi ha dichiarato: “Anche io sono stato colpito: ho già perso 1 miliardo”. Sarà dunque anticipato alla prossima settimana la convocazione del Consiglio dei ministri ed il premier ha manifestato la volontà di trovare un accordo con le parti sociali e l’opposizione.