Berlusconi: “Elezioni forse a ottobre, la sinistra può vincere”

Pubblicato il 24 Aprile 2012 12:22 | Ultimo aggiornamento: 24 Aprile 2012 12:42

ROMA – Silvio Berlusconi torna a spronare i suoi, a vestire i panni del leader e parlando ai coordinatori dice: “‘Se si andasse a elezioni a ottobre, come potrebbe essere possibile, la sinistra potrebbe vincere”. L’unico modo per scampare il pericolo? Secondo Berlusconi che “i moderati si uniscano”.

La sinistra, ha detto Berlusconi, ”con questa legge elettorale”, potrebbe vincere ”visto che la Lega masochisticamente ha deciso di andare alle amministrative da sola e Fini ha fatto quello che ha fatto”. E dunque il Pdl lavora per cercare di unire i moderati e coloro che non si riconoscono nella sinistra. Perché, dice l’ex premier, solo se i moderati resteranno uniti, si potranno vincere le prossime elezioni.

Un avvertimento chiaro a cui seguono degli altri e la promessa di cambiare nome al partito nel corso prossimo congresso: ”Al prossimo congresso sottoporremo” l’ipotesi di ”dare un nuovo nome al partito. L’acronimo Pdl – ha evidenziato Berlusconi – non suscita emozione, quindi al prossimo congresso sottoporremo un altro nome per il partito che resta lo stesso, composto dalle stesse persone che credono nelle stesse cose, nelle nostre idee”.

”A una formazione politica per vincere – dice Berlusconi – occorrono i soldati ma anche un segretario capace di mangiarsi tutti gli altri segretari…”.

”Voi che siete qui – aggiunge – siete coloro che hanno saputo prevalere nelle realtà locali, dovreste insegnare a ciascuno di noi come si fa a vincere perche’ questo saranno le elezioni che si presenteranno a noi tra poco”.