Berlusconi: “Solo fango, questa giustizia non mi spaventa”

Pubblicato il 28 Gennaio 2011 19:18 | Ultimo aggiornamento: 28 Gennaio 2011 19:18

Silvio Berlusconi

ROMA – Per nulla intimorito dal ‘fango’ dell’inchiesta milanese e fermamente convinto che da questa storia ne uscirà , alla fine, rafforzato. Silvio Berlusconi – in un messaggio ai Promotori della Libertà  che, salvo sorprese, sarà diffuso nella serata di venerdì 28 febbraio – torna a parlare del ‘Rubygate’, ribadendo di voler procedere al piu’ presto con la riforma della giustizia che continua a considerare una priorità, insieme al federalismo.

Ma soprattutto, riferiscono fonti parlamentari della maggioranza, ribadirà  di voler andare, forte del consenso popolare e di una maggioranza che ha dimostrato di avere i numeri in Aula; ma anche sicuro della debolezza dell’opposizione che a suo giudizio resta divisa e frammentata.

Il presidente del Consiglio, a quanto anticipa l’Ansa, si scaglierà contro quelli che da tempo definisce pm politicizzati, rispolverando un’espressione già usata in passato: plotone di esecuzione. Il premier dovrebbe anche ribadire di non considerare competente la procura milanese, pur precisando di non avere alcuna intenzione di sottrarsi da accuse che, comunque, ritiene false, grottesche, inverosimili. Nei suoi affondi, riferiscono fonti parlamentari, ci sara’ spazio anche per un attacco a Gianfranco Fini reo, a suo giudizio, di aver tradito il mandato popolare.