“Ribaltiamo il Paese, via i ministeri da Roma”. Il biglietto di Natale di Calderoli

Pubblicato il 18 Dicembre 2010 18:29 | Ultimo aggiornamento: 18 Dicembre 2010 18:29

Il Nord in alto, il Sud in basso. Nuova provocazione del ministro per la Semplificazione Normativa, Roberto Calderoli: l’esponente leghista ha infatti inviato un “pensiero” natalizio che rovescia la geografia italiana.

Nel biglietto c’è una cartina stilizzata dell’Italia rovesciata, con il Mezzogiorno in alto e il Settentrione in basso. Sulle singole regioni, una palla natalizia con la scritta dei vari ministeri: Difesa in Sicilia, Interno in Calabria, Turismo in Sardegna, Ambiente in Campania. I dicasteri del Centro-Nord, invece, sono indicati dal Sole delle Alpi , il simbolo della Lega (anche qui a forma di palla di Natale): Istruzione, Sviluppo, Economia e Consob.

Come se non bastasse, sul biglietto c’è anche una scritta: “Via da Roma i ministeri. Stiamo ribaltando il Paese”.  E per concludere c’è persino un’invocazione a Gesù Bambino: “Per Natale vorrei in regalo l’approvazione del federalismo fiscale e per l’anno nuovo vorrei vedere tanti ministeri in Padania. Grazie”.

L’episodio è stato reso noto dal deputato del Pd Jean Leonard Touadì. “Chissà – sottolinea Touadì – se questo biglietto di augurio-auspicio per il 2011, per cui si chiama in causa addirittura Gesù Bambino, spedito dal ministro della Repubblica che risponde al nome di Roberto Calderoli, è arrivato anche a Gianni Alemanno e Renata Polverini. Magari comincerebbero a preparare un nuovo banchetto di pace in piazza Montecitorio sotto le feste. Che vergogna!”.