Claudio Santamaria: “Appoggio Francesca Barra (Pd)”. Quando cantava “Renzi nun te reggae più”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 1 febbraio 2018 9:11 | Ultimo aggiornamento: 1 febbraio 2018 9:11
Claudio Santamaria nel video Instagram di appoggio a Francesca Barra e criticato da M5s

Claudio Santamaria: “Appoggio Francesca Barra (Pd)”. Quando cantava “Renzi nun te reggae più”

ROMA – Claudio Santamaria dice pubblicamente che sosterrà la moglie Francesca Barra (candidata col Pd in Basilicata), ma la base grillina non glielo perdona: troppo vivo evidentemente il ricordo dell’attore che cantava “Renzi nun te reggae più” sul palco del comizio pro Virginia Raggi prima delle comunali di Roma. Santamaria aveva modificato il testo della canzone di Rino Gaetano per adattarlo al sistema politico che non stava bene a lui e a i M5s tutto.

Oggi invece dice in un video su Instagram: “Sosterrò mia moglie nella sua campagna politica, come ho sostenuto Virginia Raggi come sindaco di Roma e prima di lei Walter Veltroni? La risposta è sì, la sosterrò perché credo in lei, nella sua passione, nel suo impegno, nella sua onestà. E nel sogno che ha sin da quando era ragazzina: valorizzare, promuovere e proteggere la sua regione Basilicata, che ama alla follia. E’ disposta ad affrontare una durissima battaglia senza paura e non per ottenere una poltrona ma anzi rinunciando a una ben più comoda e sicura poltrona da giornalista”.

“Francesca è sempre stata in prima linea nella difesa dei più deboli, si è spesa per battaglie civili importanti come mafia, senzatetto, migranti, legalità, cyberbullismo. Quindi sarò con lei col cuore e con la mia presenza e dove non potrò essere presente è perché sto facendo un nuovo film”, annuncia. “L’unico difetto che ha, lo devo ammettere, è che è della Juve. Ah, sono stato anche io ospite a Tiki Taka ma nessuno mi ha criticato per questo. Forse perché sono un uomo…”, conclude.

Huffington Post ha però raccolto le critiche ricevute:

“Come hai potuto condividere il programma della Raggi e ora il programma di tua moglie”, chiede un utente su Facebook, sotto la notizia del suo endorsement alla moglie. “Hai sostenuto la Raggi, già per questo dovresti andarti a nascondere”, aggiunge qualcuno. “Banderuola”, conclude un altro.