Consob, Salvini: “C’è intesa su nomina Marcello Minenna”. Ma non oggi in Cdm

di redazione Blitz
Pubblicato il 17 gennaio 2019 16:59 | Ultimo aggiornamento: 17 gennaio 2019 16:59
Consob, Salvini: "C'è intesa su nomina Marcello Minenna". Ma non oggi in Cdm

Consob, Salvini: “C’è intesa su nomina Marcello Minenna”. Ma non oggi in Cdm

ROMA – Trovata l’intesa tra Lega e M5s sulla nomina di Marcello Minenna alla presidenza della Consob. A rivelarlo è il vicepremier Matteo Salvini, confermando così il suo pubblico assenso sul candidato sostenuto dai 5 Stelle.

Il dossier sul nuovo vertice della Commissione nazionale per le società e la Borsa è tra i temi caldi, allo studio del governo Conte. Ma la nomina non è all’ordine del giorno nel Consiglio dei ministri di oggi che alle 18 si riunirà per varare il cosiddetto decretone, contenente le misure su reddito di cittadinanza e quota 100.

La vicenda Consob “sta diventando una farsa”, aveva detto poche ore prima il senatore M5S Elio Lannutti, auspicando la nomina di Minenna “il prima possibile”. Il parlamentare, ex presidente Adusbef, è tra gli sponsor più convinti dell’economista ed ex assessore della giunta Raggi a Roma. E per questo si era rivolto direttamente al premier: “Spero che Conte giochi un ruolo per l’interesse del Paese e dei mercati e non per la conservazione o per l’interesse della signora Anna Genovese, presidente vicario della Consob…”.

“A chi giova una Consob azzoppata, monca e in evidente conflitto di interesse? – è lo sfogo di Lannutti – Non certo a risparmiatori e banche. Non si capiscono questi ritardi. Se sono dovuti ai soliti manutengoli del potere, per un governo del cambiamento questo è inaccettabile”.

E Salvini, braccato dai cronisti all’uscita dal Senato dopo il Question Time, ha dato il placet: “Non mi sembra sia all’ordine del giorno – ha precisato – ma l’accordo sul nome di Minenna c’è. Con in Cinque Stelle non abbiamo altri accordi da raggiungere”.