Regionali Piemonte, Alberto Cirio candidato governatore del centrodestra: è mister 35mila voti

di Daniela Lauria
Pubblicato il 29 marzo 2019 18:40 | Ultimo aggiornamento: 29 marzo 2019 18:40
Regionali Piemonte, Alberto Cirio candidato governatore del centrodestra: è mister 35mila voti

Regionali Piemonte, Alberto Cirio candidato governatore del centrodestra: è mister 35mila voti

ROMA – E’ Alberto Cirio il candidato del centrodestra alla presidenza della Regione Piemonte per le elezioni del prossimo 26 maggio. A comunicargli l’investitura è stato con una telefonata Silvio Berlusconi, al termine di un lungo pranzo ad Arcore, con Matteo Salvini e la leader di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni. Presenti al vertice anche il vicepresidente del Senato Ignazio La Russa e la senatrice azzurra Licia Ronzulli.

Cirio, 46 anni e una laurea in Giurisprudenza all’Università di Torino, è mister 35mila voti: tanti ne ha raccolti alle ultime europee conquistando il seggio con Forza Italia. Sposato, con due figli, ha iniziato la carriera politica ad Alba (Cuneo), dove a metà degli anni Novanta è stato consigliere comunale e vicesindaco. Dopo gli esordi nella Lega Nord, nel 2004 è di nuovo eletto consigliere comunale con Forza Italia. Nel 2005 diventa consigliere regionale con quasi 11 mila preferenze.

Ricandidato alle regionali del 2010 con Il Popolo della Libertà, supera il suo stesso record nella circoscrizione di Cuneo con oltre 14.500 preferenze e viene poi nominato assessore all’Istruzione, al Turismo e allo Sport nella giunta del leghista Cota.

Candidato alle elezioni europee del 2014, è eletto nelle liste di Forza Italia nella circoscrizione Italia nord-occidentale con oltre 35mila voti. Coinvolto nelle indagini per la cosiddetta Rimborsopoli bis insieme ad altri ex consiglieri regionali, gli sono state contestate spese in pranzi e cene di rappresentanza per 20 mila euro: i pubblici ministeri lo scorso febbraio hanno chiesto l’archiviazione. (Fonte: Ansa)