“Vieni via con me”: il giorno di Maroni e Guzzanti

Pubblicato il 22 Novembre 2010 11:25 | Ultimo aggiornamento: 22 Novembre 2010 11:39

Roberto Saviano e Fabio Fazio

La replica sottoforma di forma di elenco del ministro Maroni e il ritorno di Corrado Guzzanti, dai contenuti ancora top secret, ma anche il monologo di Roberto Saviano sui rifiuti a Napoli e gli ‘elenchi’ di Andrea Camilleri e Carlo Fruttero. E’ questo il menu della penultima puntata di ‘Vieni via con me’, programma record di ascolti di Raitre (9.031.000 spettatori; 30,21% di share la settimana scorsa), in onda il 22 novembre in prima serata con la conduzione di Fabio Fazio e dello scrittore di ‘Gomorra’.

Una settimana, quella passata, infuocata dalle polemiche per ‘l’orazione civile’ di Saviano di lunedì scorso sulle ramificazioni della Ndrangheta e delle Mafie al nord e sui tentativi di queste di agganciare la Lega Nord, e che si è conclusa, dopo le proteste del ministro dell’interno Roberto Maroni, con ”una soluzione condivisa” tra lo stesso ministro e il direttore di Raitre, Paolo Ruffini: la partecipazione del ministro al programma.

Maroni – che dovrebbe arrivare in trasmissione a ridosso della messa in onda, come è già accaduto per Fini e Bersani la settimana scorsa – avrà a disposizione tre minuti per il suo ‘elenco’ i cui contenuti dovrebbero essere quelli già annunciati, ovvero i successi contro la criminalità organizzata in questi due anni e mezzo di presenza al Viminale.

Non si sa ancora se prima o dopo Maroni, sarà la volta di Roberto Saviano, che ha confermato il tema del suo intervento: i rifiuti a Napoli. La scaletta prevede poi Corrado Guzzanti che torna in tv a distanza di parecchio tempo: toccherà a lui prendere il posto che nelle precedenti puntate è stato di Roberto Benigni, di Paolo Rossi e Antonio Albanese. Del suo monologo per ora non non trapela nulla, ma quello che è certo è che lo farà sentire e vedere stasera, in prova, solo direttamente agli autori e ai conduttori del programma. A Guzzanti non spetterà solo il monologo ma anche la lettura di un ‘elenco’.

Piatto forte della puntata di domani sera saranno anche gli ‘elenchi’ scritti per la trasmissione da Andrea Camilleri e Carlo Fruttero: il primo avrà un lettore d’eccellenza: Luca Zingaretti, il ‘Montalbano’ dello scrittore siciliano.

Altri temi di questa penultima puntata sono le donne, le carceri e i migranti. La scelta fra andarsene dall’Italia o rimanere è riassunta nel gioco a due fra Fazio e Saviano ”vado via perché/resto qui perché”, dove si confronteranno i motivi per rimanere e quelli per andarsene, per cercare di comprendere e di riassumere le motivazioni che fanno pendere la bilancia a favore di una o dell’altra soluzione.

Nella coreografia finale, su progetto di Roberto Castello, un gruppo di autori performer fra i più rappresentativi della danza contemporanea italiana si esibirà in un intenso balletto sulle note di un frenetico arrangiamento della colonna sonora del programma, curata da Daniele Di Gregorio.