Frattini: “Se Berlusconi fa campagna contro la Ue mi ritiro”

Pubblicato il 11 Dicembre 2012 - 22:05 OLTRE 6 MESI FA
Franco Frattini (LaPresse)

ROMA – Una campagna elettorale contro la Ue e contro la Germania non la può “consentire”. Lo dice l’ex ministro Franco Frattini che, spiega, se Silvio Berlusconi decidesse per questa linea potrebbe “ritirarsi dalla competizione”.

Intervenendo a Otto e Mezzo Frattini spiega: ”Essere il candidato alla Presidenza della Nato è un grande onore. Per quanto riguarda la posizione di Berlusconi e del Pdl, personalmente non posso immaginare di fare una campagna elettorale contro l’Europa, questo non lo potrei consentire. Potrei ritirarmi serenamente dalla competizione”.

Quindi Frattini difende Berlusconi dalle dure parole del presidente del Parlamento Europeo Martin Schulz, che il Cavaliere anni fa etichettò come “kapò”: Non posso accettare che Schulz esprima giudizi negativi su Berlusconi”.

Facendo ”parte del Ppe – precisa però Frattini – non potrei condividere un programma del Pdl che preveda una posizione in contrasto con la Germania o a favore delle euro-regioni come vuole la Lega. Sono per gli Stati Uniti d’Europa”.

”Io ritengo di essere stato coerente con tutto quello che ho fatto nella mia legislatura – ha quindi aggiunto -, Berlusconi mi ha dato un’opportunità importante e quando il governo e’ caduto sono stato il primo a sostenere la candidatura di Mario Monti. Allora dissi che avrei votato la fiducia al Governo Monti sempre, proprio per un atto di coerenza. Mi sono riconosciuto nei provvedimenti presi da Monti e dal suo governo”.