Lega Nord, assessore: “Legalizzare cannabis”. Salvini: “Cose da Renzi”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 7 gennaio 2014 9:27 | Ultimo aggiornamento: 7 gennaio 2014 9:27
Lega Nord, assessore: "Legalizzare cannabis". Salvini: "Cose da Renzi"

Lega Nord, assessore: “Legalizzare cannabis”. Salvini: “Cose da Renzi”

MILANO – “Cannabis legale”: scoppia il caso nella Lega Nord.  Caso che si apre con un tweet di un assessore lombardo e che, per ora, si chiude con il secco no del segretario Matteo Salvini:  “Sono cose da Renzi”.

Il tweet che apre il dibattito nella Lega Nord sulla legalizzazione della cannabis arriva intorno alle 14 di domenica 6 gennaio. A cinguettare è  l’assessore lombardo all’Agricoltura, Gianni Fava

“Credo valga la pena cominciare a parlarne seriamente. Il proibizionismo ha fallito”. Che poi precisa, sempre su Twitter: “La mia è un’opinione a titolo personale che non impegna in alcun modo la Lega”.

Poco dopo, però, sembra arrivare l’avallo del presidente della Regione Lombardia, nonché ex segretario della Lega, Roberto Maroni, che sul proprio profilo ritwitta la frase di Fava. Salvo poi rettificare:

“Un mio collaboratore ha per errore ritwittato Fava su antiproibizionismo. Giusto discutere di tutto, ma non condivido questa apertura” chiarisce Maroni. E “questa – chiosa Fava – è la dimostrazione che non era combinata. E’ un mio pensiero che non impegna la Lega e lo avevo chiarito”.

Dopo qualche ora di silenzio arriva anche la presa di posizione di Matteo Salvini:

“Non è tra le nostre priorità, ognuno può pensarla come vuole, ma per il momento non vedo spazi di discusssione. Il segretario aggiunge: “Se, nel 2014, faremo una battaglia per legalizzare qualcosa sarà semmai la prostituzione: non abbiamo alcuna intenzione di batterci per legalizzare le droghe, leggere o pesanti che siano. E’ un dibattito che vedo bene in bocca a Matteo Renzi”