Liste Pd Puglia, Sergio Blasi ritira dimissioni: “Bersani mi ha ascoltato”

Pubblicato il 9 Gennaio 2013 0:00 | Ultimo aggiornamento: 9 Gennaio 2013 0:10
Liste Pd Puglia, Sergio Blasi ritira dimissioni: "Bersani mi ha ascoltato"

Liste Pd Puglia, Sergio Blasi ritira dimissioni: “Bersani mi ha ascoltato”

BARI – “Ritiro le dimissioni, Pierluigi Bersani mi ha ascoltato”. Sergio Blasi, segretario del Pd in Puglia, ritira le dimissioni dopo l’annuncio arrivato nel pomeriggio dell’8 gennaio. La causa era un “pieno ed assoluto dissenso” con il gruppo dirigente nazionale del Pd, reo di “aver tradito lo spirito delle primarie ed aver invaso le liste pugliesi di ‘immigrati’ dal nord”.

Blasi ha dichiarato in serata: “Come in tutte le battaglie ci sono dei momenti difficili e stanotte è stato uno di questi. Il mio gesto era esclusivamente legato al sentimento che ho avvertito di dover difendere la Puglia e i democratici pugliesi”

Il segretario del Pd in Puglia ha detto: ”Abbiamo cercato fino all’ultimo di mettere in sicurezza il risultato delle Primarie. Mi preme sottolineare che è stata salvaguardata la valorizzazione delle specificità del territorio e quella parte di competenza e sensibilità civica che come Partito regionale avevamo proposto. Ho agito in coerenza con quanto sostenuto dal Segretario Bersani, che ringrazio per aver mantenuto aperto il dialogo in queste difficili ore, e nell’esclusivo interesse di una lista forte e rappresentativa”.

Poi aggiunge: “Siamo riusciti a spalmare la quota nazionale su tutta la lista sino alle ultime posizioni utili e non solo nella parte alta come pure ci veniva richiesto. Adesso ci attende la sfida più difficile, vincere le prossime elezioni per dare all’Italia un Governo di vero cambiamento”.

Infine Blasi conclude: ”Ringrazio le personalità come il Sociologo Franco Cassano, Massimo Bray (Direttore editoriale dell’Enciclopedia italiana) e Corrado Petrocelli (Rettore dell’Università di Bari) che in queste ore difficili, anche quando sembrava essere messo tutto in discussione, si sono affidati al lavoro del segretario regionale del Pd e attraverso di me a quello di tutti i democratici pugliesi”.