Politica Italia

Federalismo, Bossi: “Parola mia, porterò Irpef e Iva ai Comuni”. E’ giallo sulle sue parole, la Lega smentisce con un video

Umberto Bossi

Umberto Bossi rilancia sul federalismo fiscale e dal palco della festa della Lega di Soncino (Cremona) e lancia una proposta: girare ai Comuni l’introito di Irpef e Iva. Ma sulla sua proposta c’è un giallo. Perché nel pomeriggio di oggi Roberto Calderoli ha smentito dicendo: solo sciocchezze riportate dalla stampa.

Bossi. Il leader della Lega ieri sera alla festa della Lega Nord di Soncino (Cremona) avrebbe detto: “La Lega ha già portato a casa 15 miliardi per i Comuni, ma bisogna trovare l’accordo con Tremonti e vedrete che ce la farò. Potrebbero girare nelle casse dei nostri Comuni l’Irpef e anche l’Iva, anche se in questo caso la situazione è più difficile. Questo è l’obiettivo di questa estate: il federalismo fiscale, non vado nemmeno in ferie se non chiudo la partita e sapete che io sono un uomo di parola: piano piano porteremo a casa quello che si può. Tranquilli fratelli padani: il federalismo è alle porte”.

Calderoli. Calderoli però nel pomeriggio smentisce: ”La solita tempesta in un bicchiere d’acqua  -dice – Poco fa, chiacchierando con Umberto Bossi, abbiamo riso insieme della sciocchezza sul federalismo fiscale riportata oggi da un quotidiano locale, e ripresa poi dalle agenzie di stampa, secondo cui, l’Irpef e l’Iva sarebbero state destinate ai Comuni, quando invece, nel nostro progetto, questi tributi saranno parzialmente ad appannaggio delle Regioni. I tributi destinati ai Comuni saranno quelli relativi agli immobili, con l’esclusione della prima casa, come gia’ anticipato dal ministro Tremonti nella sua relazione al Parlamento”.

Più tardi sul sito di Telepadania, sotto il titolo “Strumentalizzate le dichiarazioni di Bossi, Irpef e Iva alle regioni”, viene linkato un video di 20 secondi in cui Bossi afferma: “Le tasse dello Stato che devono andare alle regioni sono, io penso, l’Irpef e l’Iva o una miscela tra Irpef e Iva, niente di più flessibile. La regione può usarla o cambiare”. Un riferimento alle Regioni e non ai Comuni “differentemente da quanto sostenuto dai principali quotidiani nazionali”, è la chiosa al file che dovrebbe essere ripreso dal comizio di ieri sera.

La “Provincia di Cremona” conferma che il leader della Lega ha fatto riferimento proprio ai Comuni e per avvalorare la loro tesi mostrano le foto scattate dallo Studio Fotografico Marinoni durante il comizio di Soncino: nelle immagini sia l’abbigliamento di Bossi sia lo sfondo appaiono diversi da quelli del video di Telepadania. Il filmato sembrebbe girato un giorno prima, sabato, durante la festa a Lezzeno, sul lago di Como, almeno a confrontarlo con le foto Ansa di quella sera.

To Top