Monti infuriato col report di Stratfor sull’Italia frammentata e ingovernabile

Pubblicato il 13 Novembre 2012 16:48 | Ultimo aggiornamento: 13 Novembre 2012 16:49
L’amico americano ha abbandonato Monti? Il report della società di geopolitca Stratfor

ROMA – Per Monti, l’amico americano non è più tanto amico, anzi sembra avergli voltato le spalle e inizia a parlar male dell’Italia, politicamente instabile e con un governo fragile. La società di analisi geopolitiche Stratfor, legata ai servizi ma diretta da autorevoli politologi e analisti (Robert Kaplan è stato consigliere di Obama) ha diffuso un rapporto molto duro sulla situazione italiana e sulle sue ancor più fosche prospettive. L’analisi riguarda la crisi irreversibile dei partiti (più a destra ma la sinistra non si salva), l’ascesa di Grillo, l’outlook deprimente dell’Italia su cui grava, più che un problema economico, la zavorra di una politica inaffidabile. Dalle elezioni alle porte non ci si può aspettare nulla di buono: “Non significheranno una sostanziale rottura con il passato perché le elite politiche saranno in grado di sopravvivere“. Cioè, dice il referto, il paziente non ha chanche di risollevarsi.

Non che le dotte analisi introducano chissà quali passaggi politologici inediti. Quello che fa infuriare il presidente del Consiglio, reduce fra l’altro da un importante viaggio negli Usa per perorare, rassicurare ecc.., è che il rapporto è un documento importante e ascoltato che circola tra un pubblico di investitori internazionali. Per alcuni dei quali vale come l’unico biglietto da visita dell’Italia. “La frammentazione politica italiana” si intitola il rapporto. Non è Monti a essere preso di mira, certo è che suona come un requiem anticipato sulle aspettative salvifiche riposte su un uomo che solo un anno fa era celebrato sulla copertina di Time. Nelle fonti accludiamo il link al sito di Stratfor, per accedere al quale serve sottoscrivere un abbonamento.