Pd, segretario reggente nominato sabato 8 maggio e Congresso a ottobre

Pubblicato il 8 Maggio 2013 - 22:36| Aggiornato il 23 Marzo 2023 OLTRE 6 MESI FA

ROMA – Pd, sabato 11 maggio sarà nominato il reggente che traghetterà il partito fino al Congresso di ottobre. Tramonta quindi l’ipotesi del Congresso anticipato a giugno o luglio (ipotesi mai seriamente in campo, dice Bersani). Il segretario non sarà Anna Finocchiaro, che ha smentito ogni voce sul suo conto.

Assemblea di sabato

Il coordinamento del Pd ha dato mandato ai vicepresidenti dell’assemblea Marina Sereni e Ivan Scalfarotto, ai capigruppo Luigi Zanda e Roberto Speranza, e al coordinatore dei segretari regionali, Enzo Amendola, e a David Sassoli di guidare l’assemblea di sabato e cercare un nome condiviso per la segreteria del partito da proporre all’assemblea. ”Si e’ deciso che sabato all’Assemblea si elegge un segretario di garanzia”, ha ribadito Paolo Gentiloni.

Congresso a ottobre

Sempre Gentilino ha assicurato che il Congresso del Pd si terrà come previsto da Statuto e, ”si concluderà ad ottobre nei tempi previsti dallo Statuto”.

Conferma che arriva anche da Marina Sereni: ”L’Assemblea di sabato ”eleggerà un segretario che convocherà il Congresso. Il segretario eletto proporrà i tempi e le tappe per il Congresso”.

”E’ stato dato mandato – ha aggiunto – a un ristretto gruppo di persone di ascoltare” i gruppi dirigenti e i segretari” per organizzare i lavori dell’Assemblea non solo per quanto riguarda la segreteria ma anche sulla fase politica”. ”Non c’e’ un mandato – ha puntualizzato – su un nome, ma per istruire le modalita’ per organizzare la discussione”.

Finocchiaro si scansa

”Il mio nome non è mai stato in campo per la segreteria”. Lo ha detto Anna Finocchiaro lasciando la riunione del coordinamento del Pd da poco conclusasi

Bersani: “Sceglie l’assemblea, mai detto Congresso a luglio”

”Siamo in democrazia ma non vuol dire un nome precostituito, decide l’Assemblea”. Cosi’ Pier Luigi Bersani replica ai cronisti che al termine della riunione del coordinamento del partito gli chiedono se per l’Assemblea di sabato si arrivera’ a un nome unitario per la Segreteria. Bersani ha sottolineato che ”all’assemblea ci saranno decisioni che contano” e verra’ eletto un segretario vero.

”Non ho mai proposto di fare il congresso a luglio ma nel piu’ breve tempo possibile. ‘E’ immaginabile che la fase congressuale si concluda entro una certa data”, cioè ottobre.