Pina Cocci è morta: addio alla pasionaria Pd che strigliò i dirigenti del partito. Storico il suo #numechiamatepiù

di Daniela Lauria
Pubblicato il 25 Aprile 2019 21:38 | Ultimo aggiornamento: 25 Aprile 2019 21:38
Pina Cocci è morta: addio alla pasionaria Pd che strigliò i dirigenti del partito. Storico il suo #numechiamatepiù

Pina Cocci è morta: addio alla pasionaria Pd che strigliò i dirigenti del partito. Storico il suo #numechiamatepiù

ROMA – È morta Pina Cocci, per i militanti del Pd semplicemente la signora Pina, storica iscritta al circolo di Tor Bella Monaca a Roma, divenuta celebre per il suo intervento all’assemblea nazionale del Pd del 19 maggio 2018 in cui strigliò i dirigenti del partito, incapaci di una decisione dopo le dimissioni di Matteo Renzi. “Se stamo messi così, nun me chiamate più”, disse girando i tacchi e andando via. E quel #nunmechiamatepiù divenne un hashtag su Twitter

Tra i primi a salutarla è stato lo stesso Renzi su Facebook. “Pina – scrive l’ex segretario – è stata una compagna di strada generosa, appassionata, intelligente. È sempre stata in prima fila alla Leopolda, alle riunioni dell’Assemblea Nazionale, persino in tribuna del Parlamento durante il mio discorso sulla fiducia nel febbraio 2014. La sua polemica costante era un modo per dirti che ci teneva. Che ti voleva bene. E anche io le volevo bene, tanto. Ci ha lasciato oggi, ci mancherà. Ciao Pina”.

“La perdiamo nel giorno che forse più amava, il giorno della riconquista della Libertà, alla cui difesa Pina ha dedicato tutta la sua vita. Ciao Pina”, si legge invece in una nota del partito. La sua passione esplose un anno fa, quando salì sul palco con la carrozzina e gridò il suo atto d’accusa. “Da là – diceva indicando la platea – io sentivo le truppe cammellate. Veniteci nei territori, non vi mettete in bocca la parola periferia. Ma a Tor Bella Monaca chi v’ha mai visto?”.

Dopo il suo memorabile sfogo, il Pd con il segretario appena eletto, Maurizio Martina, riunì la prima segreteria proprio a Tor Bella Monaca. E poi in altre periferie d’Italia. 

Di seguito il video del suo storico intervento all’assemblea Pd: