Politica Italia

Referendum Lombardia e Veneto, sondaggio: per il 50% soldi buttati

referendum-lombardia-veneto

Referendum Lombardia e Veneto, sondaggio: per il 50% soldi buttati

ROMA – Referendum Lombardia e Vento, sondaggio: per il 50% soldi buttati. Un sondaggio Swg commissionato dalla Lega Nord sui referendum che si svolgeranno in Lombardia e Veneto il prossimo 22 ottobre dice che il 56% degli intervistati nel nord ovest e il 52% nel nord est li ritengono “una spesa inutile”.

Non esattamente un buon viatico per le aspirazioni della Lega stessa, promotrice della consultazione e storica paladina dell’autonomia. Tanto più che in Veneto c’è pure il quorum. Comunque un problema per il leader della Lega Matteo Salvini che in effetti durante la sua reggenza ha spostato e di molto il focus del partito dai sogni secessionisti al sovranismo nazionale: il rischio è che il referendum sia un flop, se gli stessi interessati li considerano una perdita di tempo (in Costituzione ci sono i margini per ottenere più autonomia trattando con lo Stato centrale) e soprattutto una spesa agli ultimi posti delle priorità.

Soldi buttati, in pratica. Un referendum che giunge intempestivo, nel momento meno propizio visti i fatti di Barcellona: molti hanno appreso della consultazione lombardo-veneta proprio assistendo agli scontri nella capitale catalana, inevitabilmente con un misto di paura e circospezione.

To Top