Quirinale. Renzi: “Veto Berlusconi a nome Pd”. Patto del Nazareno in stand by

di Redazione Blitz
Pubblicato il 28 Gennaio 2015 8:59 | Ultimo aggiornamento: 28 Gennaio 2015 10:51
Renzi al Pd: "Veto Berlusconi ai nostri. Valutiamo candidato fuori dal Nazareno"

Renzi al Pd: “Veto Berlusconi ai nostri. Valutiamo candidato fuori dal Nazareno”

ROMA – Quirinale. Renzi: “Veto Berlusconi a nome Pd”. Patto del Nazareno in stand by. “Con Forza Italia abbiamo avuto un incontro civile, non vogliono qualcuno con una storia militante nel nostro partito. Non possiamo accettare veti”. Così Matteo Renzi, riferisce l’Ansa, parla dell’incontro di martedì con la delegazione Fi senza Silvio Berlusconi. “L’identikit disegnato nelle consultazioni è stato di un difensore della Carta, un politico quasi per tutti tranne Fdi e una personalità che abbia un’interlocuzione internazionale”.

Matteo Renzi, mentre ragguaglia i suoi all’assemblea dei deputati del Pd, fa il punto sul Patto del Nazareno, vincente finora sulle riforme, vacillante per ora sul Quirinale. Già la defezione dell’ultimo momento di uno dei contraenti il Patto, il Berlusconi che ha disertato l’appuntamento delle consultazioni nella sede del Pd, segnalava una pausa di riflessione tattica.

Renzi e Berlusconi si rivedranno a quattr’occhi domani, il Patto per il momento è in stand by, ma davvero non ci sono elementi per dire che sia saltato: veti o caldeggiamenti sono stati esercitati su candidati virtuali dal momento che Renzi non ha comunicato nomi precisi nemmeno all’assemblea dei suoi parlamentari. I negoziati (anche nella versione pokeristica di bluff e rilanci strumentali) proseguono sottotraccia e l’unico interlocutore plausibile resta per il Pd la Forza Italia che ha spianato il cammino parlamentare dell’Italicum.

Tutti i gruppi con cui mi sono consultato in questi giorni, ad eccezione di Fratelli d’Italia, hanno chiesto per il candidato Presidente un “profilo politico. Sono contraente del patto del Nazareno e lo rivendico. Il capo dello Stato lo abbiamo fatto sempre con FI ma questo non significa che prendiamo il loro nome.

E’ un valore eleggere il presidente della Repubblica con Fi, ma non accettiamo veti. So che a molti di voi non piace il patto del Nazareno ma ribadisco la necessità di fare insieme le riforme. Prendiamo atto ma non accettiamo la preferenza negativa di FI su un esponente con accentuata militanza nel Pd, perché non facciamo né accettiamo diktat. (Matteo Renzi all’Assemblea dei deputati Pd, Ansa)