Renzi non si fida: “La conversione di Fini? Per 16 anni ha fatto il contrario di quello che dice oggi”

Pubblicato il 12 Novembre 2010 9:52 | Ultimo aggiornamento: 12 Novembre 2010 9:53

Il sindaco di Firenze del Pd Matteo Renzi

”In questi 16 anni Fini ha detto esattamente il contrario di quello che sta dicendo adesso: se poi mi si chiede se sono più d’accordo con il Fini del 1994 o con il Fini di oggi, io dico che preferisco il Fini che dice cose serie al Fini che ha fatto le cose degli ultimi 16 anni”.

Lo ha detto il sindaco di Firenze, Matteo Renzi (Pd), ospite giovedì 11 novembre ad ‘Annozero’ su Rai2, riferendosi al presidente della Camera e leader di Fli, Gianfranco Fini. ”Abbiamo visto Fini che fa un peana sui diritti civili e sull’immigrazione e ora chiedo: la legge Bossi-Fini l’ha fatta il suo gemello o l’ha fatta lui? Oppure ha un gemello che noi non conosciamo e che diceva, ad esempio, che un maestro delle elementari non poteva essere omosessuale?”.

Per Renzi, poi, la legge Bossi-Fini è ”la base della paura” e ”si giocata la carta di dire che chi è clandestino è criminale”. Inoltre, durante la trasmissione, dopo un video-intervista ad Assunta Almirante, vedova di Giorgio Almirante, Renzi ha spiegato che ”definire il saluto romano come saluto igienico è una cosa che continua a non convincermi, siccome ci sono persone, anche giovani di 18 e 19 anni, che per la liberta’ hanno perso la vita. Io voglio il futuro senza cancellare la storia e il passato”.