Saxa Rubra sito di trasbordo rifiuti, Gasparri: è idea folle

di Marilena D'Elia
Pubblicato il 16 Giugno 2019 21:12 | Ultimo aggiornamento: 16 Giugno 2019 21:12
Saxa Rubra sito di trasbordo rifiuti, Gasparri (nella foto): è idea folle

Saxa Rubra sito di trasbordo rifiuti, Gasparri (nella foto): è idea folle

Roma-  Il senatore di Forza Italia Maurizio Gasparri è contrario all’idea del sindaco di Roma Virginia Raggi di utilizzare il sito di Saxa Rubra per il trasbordo dei rifiuti. Saxa Rubra dovrebbe sostituire l’attuale sito di Ponte Malnome la cui chiusura è programmata per il 30 giugno, tra meno di quindici giorni.

Il senatore forzista l’8 giugno ha fatto sapere: “Stamattina ho partecipato a Saxa Rubra, nel XV municipio di Roma, insieme al capogruppo di Forza Italia Derenti e al consigliere Mocci alla protesta unitaria di tutto il centrodestra con Forza Italia, la Lega e Fratelli d’Italia, contro l’ultima follia della Raggi che vorrebbe far trasportare da veicoli più piccoli a veicoli più grandi, nel parcheggio di Saxa Rubra, a pochi metri da un ospedale, dalla sede della Rai, da asili e davanti alla stazione del treno, trecento tonnellate di rifiuti al giorno. Di fatto si realizzerebbe una vera e propria discarica a cielo aperto con un ulteriore ingorgo della già paralizzata via Flaminia.”

E continua “Solo la Raggi può immaginare una follia del genere. Una sorta di discarica in un luogo di transito di camion, di passeggeri, di lavoratori e di studenti. Un atto criminale contro il quale hanno giustamente protestato unite le rappresentanze del centrodestra del XV municipio”

Manifesta inoltre Gasparri la sua attenzione alle problematiche locali e promette di interessare il Parlamento:

“Sono intervenuto come parlamentare del territorio anche perché, soprattutto Forza Italia, in questa fase deve stare tra i cittadini e tra la gente. Con concretezza. Porterò in Parlamento questa sconcertante vicenda”

E conclude infine il senatore forzista:

“La scelta della Raggi a Saxa Rubra non passerà. Si tratta, lo ribadisco, di un atto criminale. Che impediremo fisicamente. E chiedo al ministro Costa se prima di essere cacciato vuole dire qualche cosa su questa materia. Gli indirizzerò una interrogazione nella speranza che trovi il tempo di leggerla”.  Si avvicina intanto il 30 giugno, data di chiusura programmata dell’attuale sito di trasferenza (cioè raccolta e trasferimento dei rifiuti altrove) di Ponte Malnome (nella Valle Galeria, non lontano dalla vecchia discarica di Malagrotta) che dal 7 gennaio 2019 riceve e trasferisce altrove i rifiuti della Capitale.

Come si legge sulla pagina Facebook del sindaco, l’area dell’ex Gran Teatro a Saxa Rubra sarebbe solo una delle aree possibili per il trasbordo dei rifiuti. Altre potrebbero essere indicate, tutte vicine ad autostrade, al Grande Raccordo Anulare o alle vie consolari.

Dalla stessa pagina Facebook la Raggi aveva già detto a fine maggio che “si tratta di caricare i rifiuti da camion a camion che poi vanno fuori città e che per terra non rimane nulla”.

Mancano ormai meno di quindici giorni e c’è poco da aspettare per vedere come va a finire.