Scuola: governo appoggia emendamento M5S. Preside assume ma non parenti e amici

di Redazione Blitz
Pubblicato il 19 Maggio 2015 11:37 | Ultimo aggiornamento: 19 Maggio 2015 12:12
Scuola: governo appoggia emendamento M5S. Preside assume ma non parenti e amici

Scuola: governo appoggia emendamento M5S. Preside assume ma non parenti e amici

ROMA – Il super-preside uscito dalla riforma della Buona Scuola non potrà assumere direttamente insegnanti gravati da potenziali conflitti di interesse: non  potrà scegliere cioè tra parenti ed amici. La Camera ha infatti approvato un emendamento del Movimento 5 Stelle in questo senso, proposta accolta dal Governo e infine votata con 214 sì, 100 no e 10 astenuti.

Si tratta dell’articolo 9 della legge che disciplina i poteri di chiamata (di assunzione) dei dirigenti scolastici , chiamata che deve avvenire “in assenza di conflitti d’interesse avendo riguardo a possibili collegamenti soggettivi e/o di parentela del dirigente scolastico con i docenti iscritti negli ambiti territoriali”.

A maggior garanzia di correttezza nelle assunzioni è stato approvato anche un emendamento del Pd che assicura “trasparenza e pubblicità degli incarichi conferiti e dei curricula dei docenti attraverso la pubblicazione sul sito Internet dell’istituzione scolastica”.