‘Vieni via con me’ di Fazio e Saviano: seconda puntata di grandi tematiche tra le polemiche

Pubblicato il 15 Novembre 2010 13:56 | Ultimo aggiornamento: 15 Novembre 2010 13:56

La seconda puntata di “Vieni via con me”, programma di approfondimento in onda stasera su Rai3 e firmato da Fabio Fazio e Roberto Saviano, promette di fare scintille. Le polemiche dei giorni precedenti riguardo l’intervento di Pierluigi Bersani e Gianfranco Fini, rispettivamente leader del Pd e di Fli, a cui spetteranno 3 minuti per enucleare due elenchi, uno sui ‘valori della sinistra’ ed uno sui ‘valori della destra’, elenchi che non esauriscono un programma fitto di ospiti e contenuti.

La trasmissione stasera toccherà temi delicati e di grande attualità: Saviano sarà impegnato un un durissimo monologo sulla ‘ndrangheta nel Nord Italia, e in questo format, il cui scopo è descrivere la condizione dell’Italia da tutti i punti di vista, si parlerà di eutanasia, affrontando l’argomento a partire dai principi sanciti dalla Corte di Cassazione nel caso Englaro, discussione a cui parteciperà anche Piergiorgio Welby e che sicuramente tirerà in causa anche il Vaticano e le sue posizioni.

Vedremo il comico Paolo Rossi impegnato in un monologo sull’infelicità dell’Italia, un paese “con un altissimo coefficiente di infelicità: si respira aria da Titanic e non si vedono prospettive”, insomma ci aspettano risate amare e consigli dal cantante Ligabue, che leggerà un elenco delle cose da non fare prima di un concerto.

Una serata ricca di temi importanti, al centro di inutili polemiche politiche per gli interventi di Fini e Bersani, polemiche che fanno sperare il telespettatore in un colpo di scena, come ad esempio la telefonata in diretta di un Silvio Berlusconi, che all’invito di Fazio non ha risposto, ma che in tempi come questi di bufera per il governo, non potrà certo non guardare i suoi due avversari esporre i valori della politica italiana senza di lui.