G20, Berlusconi: “Seul indichi misure anti-speculazione”

Pubblicato il 10 Novembre 2010 14:31 | Ultimo aggiornamento: 10 Novembre 2010 15:45

Silvio Berlusconi

”Ritengo necessario definire e attuare regole migliori e una vigilanza più efficace sul funzionamento dei mercati finanziari e sul comportamento degli operatori, aumentare la trasparenza dei mercati e ridurre l’uso eccessivo della leva finanziaria, sia in risposta alla crisi, sia per fondare la crescita economica globale su basi più solide”. Lo scrive in una lettera inviata ai leader del G20 il presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi sottolineando che ”il vertice di Seul è il momento giusto per prendere le necessarie decisioni”.

”Un quadro normativo più trasparente ed efficiente – spiega il premier – deve essere parte integrante del nostro sforzo complessivo per la promozione della sicurezza energetica ed alimentare. Credo, pertanto, che a Seul noi, Leader del G20, dobbiamo fare pressione perché siano prese azioni immediate e incisive”.

“Gli effetti devastanti della crisi economica e finanziaria – scrive Berlusconi ai leader del G20 – ci hanno già portato a definire riforme di notevole importanza a livello internazionale. Ad ogni modo, la nostra missione non è compiuta e dobbiamo andare avanti con determinazione. Al riguardo, vorrei sottolineare l’importanza di affrontare i temi della speculazione finanziaria e della manipolazione dei mercati, in particolare nei mercati delle materie prime”.

”Si tratta – avverte il premier – di questioni di cruciale importanza: sono riemerse ampie fluttuazioni nel prezzo delle materie prime, con un rinnovato e preoccupante impatto sui paesi più poveri, in particolare in Africa. Inoltre, i movimenti nel prezzo del petrolio stanno producendo instabilità economica eSecondo Berlusconi ”il Vertice di Seul è il momento giusto per prendere le necessarie decisioni”.

Ma ”le regole e la vigilanza – avverte ancora – devono riguardare anche i mercati precedentemente non regolamentati. Credo, pertanto, che i Leader dovrebbero ribadire il loro impegno ad affrontare il tema delle attività over-the-counter e ad incrementare l’utilizzo di strumenti semplificati e standardizzati, che siano negoziati in mercati trasparenti e regolamentati con sistemi di compensazione centralizzati e margini di garanzia elevati, in particolare nei mercati dell’energia e delle materie prime”.

”Per queste ragioni, nel ricordare la necessità che i principi e le istruzioni vigenti siano rigorosamente osservati, ritengo che dovremmo dare mandato allo IOSCO (International Organization of Securities Commissions) di continuare il lavoro, in collaborazione con altre organizzazioni e soggetti internazionali, al fine di presentare raccomandazioni per migliorare le regole, la vigilanza e la supervisione in relazione ai mercati dei derivati sulle materie prime, specificando con chiarezza i miglioramenti specifici che sono necessari in materia di trasparenza, divulgazione e disponibilità di dati per evitare la manipolazione del mercato”.

”In aggiunta – prosegue il Capo del governo – dovremmo prendere in considerazione ulteriori misure, come la limitazione delle vendite a breve termine allo scoperto e l’imposizione di margini di garanzia elevati sui derivati, senza distorcere i meccanismi del mercato, al fine di scoraggiare operazioni esclusivamente speculative. Un quadro normativo più trasparente ed efficiente deve essere parte integrante del nostro sforzo complessivo per la promozione della sicurezza energetica ed alimentare. Credo, pertanto, che a Seul noi, Leader del G20, dobbiamo fare pressione perché siano prese azioni immediate e incisive”, conclude.