Isis, la strana alleanza Russia-Usa: intelligence si aiutano per combatterlo

di Maria Elena Perrero
Pubblicato il 15 ottobre 2014 13:34 | Ultimo aggiornamento: 15 ottobre 2014 13:34
Isis, la strana alleanza Russia-Usa: intelligence si aiutano per combatterlo

Sergei Lavrov e John Kerry a Parigi

ROMA – I servizi segreti di Stati Uniti e Federazione Russa insieme contro lIsis. I colloqui a Parigi tra il segretario di Stato americano, John Kerry, e il ministro degli Esteri russo, Sergei Lavrov, hanno portato ad un accordo insperato. Si doveva discutere di Ucraina e sanzioni, si è trovato un accordo sulla guerra allo Stato Islamico.

La strana alleanza è stata confermata dai due diretti interessati: messe da parte, almeno per il momento, le differenti strategie sulla guerra in Ucraina e in Siria, Mosca e Washington si ritrovano unite a fronteggiare i miliziani jihadisti. Almeno a livello di intelligence.

I servizi segreti dei due Paesi si scambieranno i dati raccolti dai rispettivi agenti per poter colpire più efficacemente il terrorismo islamico in Siria e Iraq.

Al momento la Federazione Russa esclude una partecipazione militare al fianco della coalizione internazionale, ma sul futuro è possibilista.

Tra Mosca e Washington restano però le divisioni dei mesi scorsi sulla guerra in Ucraina orientale e sul ruolo del presidente Bashar al Assad. La Russia ha mandato camion di “aiuti” in Ucraina, spalleggia e probabilmente arma i ribelli filorussi del Donbass. E sostiene, in Siria, il regime alawita di Assad. Ma proprio nella coalizione internazionale contro l’Isis ci sono alcuni dei più aspri nemici di Assad, come Arabia Saudita e Qatar, che hanno come obiettivo la sua caduta.

 

 

Privacy Preference Center

Necessari

installato da wordpress di default, non vengono utilizzati in alcun modo

wordpress

Advertising

Analytics

Utilizzati per stimare il traffico del sito

_ga,_gat,_gid,WT

Other